22:45 25 Settembre 2017
Roma+ 19°C
Mosca+ 10°C
    FMI

    La situazione relativa alla Grecia è un duro colpo alla reputazione del FMI

    © AP Photo/ Jose Luis Magana
    Economia
    URL abbreviato
    0 20230

    Per ripulire la reputazione dopo il ruolo svolto dal Fondo Monetario Internazionale nella crisi greca ci vorranno diversi decenni, è convinto il vice redattore del giornale “The Independent” Ben Chu.

    Soprattutto dopo che Angela Merkel e Nicolas Sarkozy hanno bacchettato il Fondo Monetario Internazionale negli ultimi anni, risolvendo a loro modo il problema del debito pubblico greco, ritiene il vice redattore del giornale "The Independent" Ben Chu.

    La situazione attuale relativa alla Grecia viene definita come "uno dei più grandi disastri della politica economica dalla fine della Seconda Guerra Mondiale".

    "Come siamo arrivati sin qui? Come è possibile che la Grecia, come la Somalia, il Sudan e lo Zimbabwe, abbia ufficialmente ricevuto dal Fondo Monetario Internazionale lo status di "pagamento in ritardo"?" — si chiede il giornalista.

    Secondo lui, l'assimilazione della Grecia con gli "Stati falliti" è un'umiliazione.

    "Ma non confondetevi: anche per il FMI è un giorno umiliante," — afferma.

    A suo parere il default della Grecia è "il culmine di una catena di giudizi erronei" da parte del FMI, il primo errore dei quali è stato commesso nel 2010, quando le autorità UE avevano chiesto di fornire aiuti finanziari alla Grecia.

    Dal suo punto di vista, cinque anni fa, l'ex capo del Fondo Monetario Internazionale Dominique Strauss-Kahn avrebbe dovuto cancellare il debito della Grecia, che aveva nel frattempo raggiunto il 133% del PIL. Tuttavia aveva ceduto alle insistenti richieste dei politici europei che si opponevano alla ristrutturazione del debito greco.

    Secondo Ben Chu, ha trasformato la situazione in un "reale scandalo" il fatto che il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese di allora Nicolas Sarkozy erano preoccupati per le banche francesi e tedesche, ritiene il giornalista, a cui la Grecia doveva pagare una parte significativa del suo debito. In caso di ristrutturazione avrebbero subito grandi perdite.

    Il FMI non avrebbe dovuto accettare le condizioni della Merkel e di Sarkozy, afferma Chu, aggiungendo che il Fondo ha dimostrato "incompetenza e viltà." Ci vorranno molti decenni prima che il FMI possa riacquisire la sua reputazione macchiata dal suo ruolo nel disastro greco, conclude Ben Chu.

    Tags:
    Finanze, Economia, Debito, Unione Europea, FMI, Nicolas Sarkozy, Angela Merkel, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik