12:13 16 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Bandiere di Grecia e UE

    Grecia, niente accordo nella notte: “Atene resta sulle sue posizioni”

    © AP Photo/ Petros Giannakouri
    Economia
    URL abbreviato
    0 30

    Ieri fumata nera. Oggi riprendono i negoziati. Ore frenetiche: accordo di massima tra Tsipras ed i creditori necessario per gli incontri della giornata.

    Nulla di fatto nella notte di Bruxelles. Non è ancora stato raggiunto l'accordo tra la Grecia ed i creditori. Stamattina incontro tra Tsipras, Juncker, Lagarde, Draghi e Dijsselbloem per sbloccare la situazione prima dell'Eurogruppo e del Consiglio europeo del pomeriggio. Ieri, al termine di una giornata di trattative serratissime, le pesantissime dichiarazioni di una fonte ufficiale di Atene.

    "Il governo greco resta fermo sulle sue posizioni. Abbiamo fatto sforzi enormi e dolorosi per arrivare ad un accordo fattibile, ora la palla è nel campo delle istituzioni".

    Una metafora, quella sportiva, che da giorni sta caratterizzando le dichiarazioni con cui le parti in causa si stuzzicano a mezzo stampa.

    Il vertice ad alto livello convocato per questa mattina è necessario a questo punto per dare un senso all'Eurogruppo che ne seguirà, costretto in assenza di un documento da discutere, a rinviare la seduta con l'ennesima fumata nera.

    Nella migliore delle ipotesi, "la palla" passerà a quel punto nel campo del Consiglio europeo, convocato per il pomeriggio nella speranza di chiudere il complicatissimo negoziato greco in extremis, a 5 giorni dal baratro del default. 

    Correlati:

    Francia: conseguenze imprevedibili, se Grecia esce dall’euro
    Putin e Tsipras non hanno discusso dell’aiuto alla Grecia
    Grecia, deboli spiragli di ottimismo
    Tags:
    Unione Europea, accordo, Grexit, trattative, Eurogruppo, Consiglio Europeo, Christine Lagarde, Jean-Claude Juncker, Alexis Tsipras, Bruxelles, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik