03:45 11 Agosto 2020
Economia
URL abbreviato
0 111
Seguici su

La Francia ha deciso di confiscare i beni della Russia in base ad un'istanza degli ex azionisti della compagnia petrolifera “Yukos”, ha scritto oggi “Forbes”.

In precedenza era stato riferito che gli ufficiali giudiziari del Belgio avevano avvisato le compagnie nazionali, russe ed internazionali del sequestro dei beni appartenenti alla Federazione Russa in base ad un'istanza degli ex azionisti della compagnia energetica "Yukos".

La rivista "Forbes", citando una fonte vicina agli ex azionisti, ha detto che sono riusciti a congelare gli asset della Russia non solo in Belgio, ma anche in Francia.

In precedenza il consigliere del Cremlino Andrej Belousov aveva affermato che la Russia si aspetta che, dopo il Belgio sarebbero stati confiscati i beni dello Stato russo anche in altri Paesi.

Ai primi di giugno il ministro della Giustizia russo Alexander Konovalov aveva riferito che Mosca è pronta a fermare i tentativi non conformi alle leggi russe per confiscare i beni dello Stato all'estero in relazione alla sentenza della Corte di Arbitrato dell'Aja.

Tags:
Finanze, Giustizia, Yukos, Andrej Belousov, Alexander Konovalov, Belgio, Francia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook