08:10 27 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
0 90
Seguici su

Il ministro dell'Energia della Russia Alexander Novak vuole esplicitamente scritti nel nuovo accordo gli obblighi per l'acquisto di volumi di gas da parte di Kiev e contemporaneamente vuole garanzie scritte dell'Europa affinchè si impegni a fornire assistenza finanziaria all'Ucraina in caso di insolvenza.

Mosca propone di includere nel nuovo pacchetto di accordi sul gas, che possono essere firmati a margine del successivo incontro tra Russia, Ucraina e Commissione Europea, gli obblighi per l'acquisto di Kiev di volumi per riempire gli impianti di stoccaggio sotterranei e lo stanziamento di fondi da parte della UE per adempiere ai corrispondenti impegni, ha riferito ai giornalisti oggi a Vienna il ministro dell'Energia russo Alexander Novak.

"Vorremmo vedere scritti in questo documento gli obblighi dell'Ucraina per l'acquisto di gas per riempire gli impianti sotterranei di stoccaggio e l'impegno della parte europea che dovrebbe farsi carico delle questioni di assistenza finanziaria, perché lì ora hanno problemi di liquidità per pagare il gas che serve per gli impianti di stoccaggio sotterranei,"

— ha detto Novak.

Il ministro ha osservato che la parte russa sarà pronto a firmare un documento simile. "Stiamo lavorando sul documento, se saranno incluse le cose che devono esserci, allora saremo pronti a firmare. Se ci saranno obblighi solo dalla nostra parte, come è stato nel secondo trimestre, non ha senso "- ha chiarito Novak.

Parlando della data del successivo incontro trilaterale, il ministro ha osservato che potrebbe avvenire verso la fine di giugno.

 

 

 

 

Tags:
Finanze, Politica Internazionale, Energia, Economia, gas, Comissione europea, Unione Europea, Alexander Novak, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook