21:26 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 21°C
    Teheran, Iran

    L'ok alla vendita dei lanciarazzi S-300 è un “attacco preventivo” della Russia al mercato dell'Iran

    © Fotolia/ Borna_Mir
    Economia
    URL abbreviato
    0 1039191

    La revoca delle sanzioni contro l'Iran promette miliardi di dollari agli investitori. La decisione della Russia di rimuovere il blocco alla consegna in Iran dei lanciarazzi S-300 può fornire a Mosca un accesso preferenziale ad un mercato promettente, scrive il “Washington Post”.

    La Russia ha condotto un "attacco preventivo" decidendo di revocare il blocco alle forniture di sistemi missilistici antiaerea S-300 all'Iran: in questo modo si è assicurata l'accesso al mercato iraniano prima della possibile revoca delle sanzioni internazionali, scrive il "Washington Post".

    Il successo dell'accordo sul nucleare iraniano potrebbe portare miliardi di dollari agli investitori. Anche sotto l'effetto delle sanzioni, l'economia di questo Paese è uno delle prime 20 migliori al mondo.

    La revoca delle sanzioni potrebbe portare ad una concorrenza serrata nel promettente settore petrolchimico dell'Iran, così come l'accesso ad uno dei mercati di consumo più grandi, suppone il "Washington Post".

    In queste condizioni l'opposizione all'Occidente unisce Mosca e Teheran, rileva il giornale. La Russia ha recentemente fatto altri "gesti amichevoli" nei confronti dell'Iran.

    Il quotidiano americano cita il deputato russo Andrej Klimov, che ha detto:

    "non vogliamo essere gli ultimi della lista dei partecipanti ai nuovi scambi commerciali e ai progetti di ricerca. Non vogliono essere alle spalle della UE, della Francia o dietro ai nostri amici degli Stati Uniti".

     

     

    Tags:
    Armi, Commercio, Economia, Geopolitica, Politica Internazionale, Sanzioni, Russia, Iran
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik