12:46 21 Luglio 2017
Roma+ 30°C
Mosca+ 22°C
    Bandiera della Grecia e Partenone

    Grecia, ancora un rinvio

    © AP Photo/ Petros Giannakouris
    Economia
    URL abbreviato
    0 22911

    La delicata situazione greca sul tavolo del mini-vertice tenutosi ieri a margine dell'Eurogruppo. Ma aldilà delle dichiarazioni, nessuna decisione concreta è stata presa.

    Ennesima fumata nera sulla situazione del debito greco. Al termine dell'incontro a sette, tenutosi ieri a margine del Consiglio d'Europa in corso di svolgimento a Bruxelles, le parti hanno deciso di aggiornarsi alla prossima settimana, giorno in cui dovrebbero essere rese note le ulteriori riforme greche, come previsto dagli accordi del 20 febbraio.

    E proprio da quell'accordo tra Grecia ed Eurogruppo per l'estensione del programma di aiuti, che si devi ripartire ad ogni costo per Angela Merkel, seduta ieri attorno al tavolo con Tsipras, Hollande ed i vertici del cosiddetto Brussels Group. D'altronde la cancelliera lo aveva già annunciato al suo arrivo nella capitale belga e lo ha confermato ieri: "Il punto di riferimento è l'accordo del 20 febbraio — ha detto Merkel — Non ne abbiamo cambiato una virgola. Avrete già sentito questo prima di oggi. D'altro canto, poco è cambiato nelle ultime settimane".

    Diversa la versione del premier ellenico, che pur essendosi impegnato personalmente a preparare "sotto la sua completa responsabilità" una lista completa di riforme, ha dichiarato alla stampa che "è chiaro che la Grecia non è tenuta ad adottare misure recessive, ma presenterà le proprie riforme economiche".

    Stavolta si è parlato di scadenze a giorni, con i conti pubblici greci in grande sofferenza ed il rischio fallimento dietro l'angolo. L'Eurogruppo si è detto pronto ad una runione straordinaria per ratificare l'accordo del 20 febbraio "in qualunque momento". La palla ora passa nuovamente ad Atene, che per bocca del ministro delle Finanze Varoufakis ha teso la mano, chiedendo di fermare gli scambi di accuse "tossici" tra i partner.

    Correlati:

    Grecia, Brussels Group contro Atene
    Grecia, Juncker: Escludo il default
    Tags:
    François Hollande, Angela Merkel, Bruxelles, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik