14:50 17 Dicembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 3°C
    Yukio Hatoyama

    “Senza sanzioni il Giappone potrebbe investire in Crimea”

    © Sputnik. Artyom Kreminsky
    Economia
    URL abbreviato
    0 51

    Le sanzioni bloccano investimenti interessanti per il Giappone in Crimea, afferma l'ex premier nipponico Yukio Hatoyama.

    In assenza di sanzioni contro la Federazione Russa, il Giappone potrebbe prender parte a progetti di investimento in Crimea, tra cui la costruzione di un ponte sullo stretto di Kerch, ritiene l'ex primo ministro nipponico Yukio Hatoyama.

    "Ho incontrato e scambiato opinioni con i leader della Crimea. Abbiamo discusso i problemi della regione. Ho sentito valutazioni molto positive delle opportunità economiche del Giappone,"- ha dichiarato Hatoyama oggi in una conferenza stampa.

    Secondo l'ex primo ministro, l'ambasciatore della Russia in Giappone Evgeny Afanasyev aveva discusso insieme a lui "diverse possibilità di collaborazione." "Per esempio riguardano l'approvvigionamento idrico della penisola e la fornitura di energia elettrica. Inoltre dall'ambasciote della Russia in Giappone Afanasyev ho ricevuto diverse offerte, come costruire un ponte sullo Stretto di Kerch: c'è la possibilità di cooperare. Se non ci fossero le sanzioni, tale cooperazione partirebbe all'istante,"- ha detto Hatoyama.

    Tags:
    Politica Internazionale, Economia, sanzioni antirusse, investimenti, Yukio Hatoyama, Giappone, Crimea, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik