13:42 09 Maggio 2021
Difesa
URL abbreviato
195919
Seguici su

Il caccia russo MiG-31 ha intercettato aerei di pattugliamento statunitensi e norvegesi sul mare di Barents, costretti ad invertire la rotta, ha riferito ai giornalisti il ​​Centro di controllo di difesa nazionale, struttura all'interno del ministero della Difesa russo.

Secondo il centro, il 19 aprile i radar russi nella zona del Mare di Barents hanno rilevato due bersagli aerei in avvicinamento verso i confini nazionali.

"Per identificare gli obiettivi aerei e scongiurare violazioni del confine della Federazione Russa, un caccia MiG-31 in servizio nella difesa aerea della Flotta del Nord è stato fatto decollare. L'equipaggio del caccia russo ha identificato gli obiettivi come l'aereo di pattugliamento americano della Marina Poseidon R-8A e l'aereo di pattugliamento norvegese R-3C Orion. Entrambi sono scortati nel tratto marino del Mare di Barents".

I militari russi hanno chiarito che "dopo l'inversione di rotta degli aerei militari stranieri dal confine di stato, il caccia russo è tornato in sicurezza alla base e non è stata consentita alcuna violazione del confine di stato della Federazione Russa".

Il Centro di difesa ha aggiunto che il volo del caccia russo è avvenuto in stretta conformità con le regole internazionali per l'uso dello spazio aereo.

Tags:
mig-31, Russia, Mare di Barents, ministero della Difesa della Federazione Russa
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook