23:32 12 Maggio 2021
Difesa
URL abbreviato
19349
Seguici su

Allo stesso tempo proseguono le missioni Irs di droni e arei spia dalla base siciliana sul Mar Nero lungo il confine russo.

Si intensifica l'attività di ricognizione di velivoli statunitensi e Nato nel Mar Nero e nei pressi di installazioni militari russe. Un boeing militare P8-A è decollato giovedì mattina dalla base NAS di Sigonella, in provincia di Catania, verso il Mediterraneo orientale per una missione Isr: obiettivo del volo una base militare russa in Siria. 

​​Il giorno precedente altri due velivoli decollati dalla base siciliana hanno effettuato una missione di sorvolo sul Mar Nero al largo della Crimea:

  • un drone Northrop Grumman RQ-4D della NATO
  • un Boeing P-8A della Marina statunitense.

Nell'operazione sono stati impegnati anche un Lockheed EP-3E della US Navy, partito da Souda Bay verso la Crimea occidentale, e un ATR P-72C TMPA della Marina turca sul mar nero occidentale. 

Le missioni ISR

Le missioni ISR sono sorvoli di pattugliamento, monitoraggio e intelligence, effettuate dai velivoli militari Usa e Nato, finalizzate a registrare le attività militari dei Paesi che il Pentagono considera "rivali". Dalla base militare di Sigonella in Sicilia, al centro del Mediterraneo, è possibile il controllo del confine orientale dell'Europa con la Russia, sino all'area mediorientale di Siria, Libano e Iran. 

​Nelle missioni Isr non sono coinvolti soltanto gli aerei drone, ma spesso vengono impiegati P-8A Poseidon della flotta aerea militare USA e altri tipi di velivolo.

Tags:
Siria, Mar nero, Crimea, Base militare Sigonella, Sicilia, NATO, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook