04:43 15 Aprile 2021
Difesa
URL abbreviato
1170
Seguici su

L'invisibilità e la furtività del sottomarino Veliky Novgorod del progetto № 636.3 "Varshavianka" sono ottenute grazie a uno speciale design del propulsore, spiega il comandante dell'unità elettromeccanica da combattimento del sottomarino Denis Bajraсhny.

"Utilizziamo un motore a risparmio energetico, gestito anche dal quinto scompartimento per il suo minor consumo, e lo utilizziamo sott'acqua per risparmiare energia", ha sottolineato Bajrachny in una trasmissione del canale tv Zvezda.

Secondo il militare, il sistema di propulsione principale si trova nel sesto compartimento e con l'aiuto di due linee d'asse aggiuntive Veliki Novgorod può eseguire manovre di virata in posizione statica.

"Ci sono due linee d'asse aggiuntive qui che ci consentono di lavorare in direzioni diverse. L'imbarcazione può ruotare sul posto e possiamo facilmente legarci al molo senza incidenti o impatti", ha osservato.

I sottomarini del Progetto 636.3 Varshavianka sono considerati i successori più avanzati e modificati dei modelli sovietici e russi del Progetto 877 Paltus, costruiti tra il 1982-2000. Le versioni moderne hanno mantenuto la caratteristica principale dei loro predecessori Paltus, ovvero un'eccezionale silenziosità, per cui sono stati soprannominati "buchi neri" dalla Nato.

Il Veliky Novgorod è stato consegnato alla Marina militare russa nell'ottobre 2016. È uno dei sei sottomarini del progetto 636.3 Varshavianka della flotta del Mar Nero. Il 26 marzo, presso i cantieri navali di San Pietroburgo, è stato varato un altro sottomarino di questa classe, Magadan. Si tratta della terza nave del progetto 636.3 costruita per la flotta del Pacifico e si prevede che un totale di sei modelli del genere entrerà in servizio nei prossimi anni.

© Sputnik . Aleksey Malgavko
Sottomarino Veliky Novgorod
Tags:
Russia, Tecnologia militare, Sottomarini russi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook