19:21 14 Aprile 2021
Difesa
URL abbreviato
43415
Seguici su

Resta invariata la posizione di Ankara sull'uso delle unità missilistiche russe di contraerea S-400: la Turchia non ha bisogno del permesso degli Stati Uniti, ha dichiarato a Sputnik il portavoce della commissione Difesa del Parlamento.

All'inizio di questa settimana l'ambasciatore degli Stati Uniti in Turchia David Satterfield aveva dichiarato alla BBC Turkce che l'unico modo per risolvere la controversia tra Ankara e Washington sugli S-400 era la rinuncia all'uso dei sistemi di difesa aerea russi da parte della Turchia.

"La Turchia prende le sue decisioni da sola e non abbiamo chiesto il permesso né dell'America né di nessun altro in questo senso", ha detto Murat Baybatur.

Ha sottolineato che la Turchia aveva preso la sua decisione sugli S-400 molto tempo fa e non sarebbe tornata sui propri passi.

"Confermiamo in ogni vertice la nostra volontà di costruire buoni legami con gli Stati Uniti, ma quando la questione è legata al nostro diritto alla sovranità, è nostro dovere fare ciò che serve per difendere i nostri diritti", ha detto il funzionario turco.

Baybatur ha aggiunto che sono in corso i contatti sulle consegne degli S-400 tra i ministeri della difesa e degli Esteri dei due Paesi e il calendario dettagliato sarà chiarito nei prossimi giorni.

Gli Stati Uniti hanno insistito sul fatto che i sistemi S-400 sono incompatibili con il programma americano di caccia di quinta generazione F-35, così come con altri sistemi della Nato, di cui fa parte la Turchia. Secondo Washington, i russi potrebbero utilizzare questi sistemi missilistici forniti alla Turchia per raccogliere informazioni sulle capacità avanzate dei caccia statunitensi di nuova generazione. 

Al contrario Ankara ha affermato che le armi russe non comprometteranno la sicurezza della Nato poiché non saranno integrate nel sistema dell'Alleanza.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha inoltre affermato che l'acquisto degli S-400 è una questione sovrana di Ankara e non chiederà a Washington il permesso di ricevere dalla Russia nuove unità di S-400.

Lanciamissili S-400
© Sputnik . Ruslan Krivobok
Lanciamissili S-400

Lo scorso dicembre l'amministrazione Trump aveva imposto sanzioni contro Ankara per l'acquisto degli S-400 basandosi sul Countering America's Adversaries Through Sanctions Act, una legge che autorizza il governo statunitense ad imporre misure afflittive contro i Paesi che comprano armi da Stati ritenuti avversari. Ora il segretario di Stato americano Antony Blinken ha promesso di dare un'occhiata all'impatto delle sanzioni esistenti e determinare "se occorre fare altro".

Ankara ha finora resistito, anche di fronte alle sanzioni al suo settore della difesa imposte a dicembre, e sta negoziando le consegne di un secondo lotto di S-400.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Sistema antiaereo S-400, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook