21:17 25 Febbraio 2021
Difesa
URL abbreviato
1332
Seguici su

L'8 febbraio l'ambasciatore russo in Iran Levan Dzhagaryan aveva riferito che le forze navali di Russia, Iran e Cina si sarebbero impegnate in esercitazioni congiunte volte a rafforzare la sicurezza marittima regionale e ad accumulare esperienza in operazioni di ricerca e soccorso.

Una flottiglia di due navi russe, la corvetta Stoiky e la nave cargo Kola, è arrivata nelle acque territoriali dell'Iran martedì per le esercitazioni navali congiunte Maritime Security Belt 2021, ricevendo un caloroso benvenuto dalla marina iraniana e dalla guardia rivoluzionaria.

Alti ufficiali russi sono sbarcati al porto di Chabahar per prendere parte ad un briefing di coordinamento prima dell'inizio delle manovre.

​"La cerimonia di benvenuto della flotta russa si è svolta durante l'esercitazione navale combinata Iran-Russia 2021 e il comandante della Marina ha annunciato che l'India si unirà all'esercitazione nell'Oceano Indiano settentrionale", si legge nel tweet in persiano.

Insieme alle navi russe, nelle esercitazioni prendono parte diverse imbarcazioni di superficie iraniane, sottomarini e navi di difesa costiera più piccole, nonché navi di ricerca e soccorso.

Il contrammiraglio della marina iraniana Gholamreza Tahani, portavoce delle esercitazioni, ha affermato che lo scopo delle esercitazioni è "aumentare la sicurezza del commercio marittimo internazionale, contrastare la pirateria marittima e il terrorismo e scambiare informazioni", con le manovre che prevedono il salvataggio dell'equipaggio di una nave attaccata dai terroristi.

Le esercitazioni si svolgono su un'area di 17.000 kmq e si dovrebbero unire in seguito le forze cinesi e indiane.

​"Il messaggio più importante di queste manovre sono la pace e l'amicizia per i Paesi vicini e per quelli della regione", ha detto Tahani. "L'Iran, nel 43esimo anno dopo la gloriosa vittoria della Rivoluzione, ha raggiunto un livello di maturità nella scienza e nella tecnologia marittima che ospita per la seconda volta potenze mondiali per un'esercitazione cogiunta".

​Le esercitazioni arrivano sullo sfondo dell'auspicio che gli Stati Uniti tornino ai loro obblighi per l'accordo nucleare iraniano. Per il momento entrambe le parti non si mostrano disposte a fare il primo passo, con Teheran che chiede l'immediata revoca di tutte le sanzioni statunitensi e Washington che chiede all'Iran di ridurre le sue attività di arricchimento dell'uranio.

Domenica il contrammiraglio Habibollah Sayyari, comandante del coordinamento delle forze armate iraniane, ha definito le esercitazioni russo-iraniane una dimostrazione della "potenza navale delle forze armate iraniane", sostenendo che "quando la potente marina russa conduce esercitazioni con qualcuno manda un messaggio chiaro."

Tags:
Esercitazioni navali, Difesa, Sicurezza, Iran, marina russa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook