16:26 07 Marzo 2021
Difesa
URL abbreviato
1011
Seguici su

I jihadisti del gruppo Jabhat al-Nusra oggi hanno effettuato 33 bombardamenti nella zona di de-escalation di Idlib, in Siria. Lo ha fatto sapere il contrammiraglio Vyacheslav Sytnik, vice direttore del Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto.

Jabgat al-Nusra continua ad incrementare le attività offensive nella zona di de-escalation di Idlib. Per il secondo giorno consecutivo i terroristi hanno effettuato oltre 30 bombardamenti.

"Nella zona di de-escalation di Idlib sono stati registrati 33 bombardamenti dalle posizioni del gruppo terroristico Jabhat al-Nusra (tra cui 25 bombardamenti registrati dalla parte siriana), dei quali nella provincia di Idlib - 17 bombardamenti, nella provincia di Latakia - 4 bombardamenti, nella provincia di Aleppo - 4 bombardamenti, nella provincia di Hama - 8 bombardamenti", ha affermato il contrammiraglio.

Sytnik ha osservato che non sono stati rilevati attacchi da parte dei gruppi armati illegali leali alla Turchia.

"Le unità della polizia militare russa non hanno scortato veicoli civili nel tratto dell'autostrada M4 tra le città Ain Issa nel governatorato di al-Raqqa e Tell Tamer nel governatorato di al-Hasaka", ha aggiunto l'ufficiale.

Polizia militare russa impegnata in un pattugliamento dell'autostrada M4 nella provincia di Idlib
Escalation negli ultimi giorni

I militanti del gruppo terroristico Jabhat al-Nusra avevano precedentemente intensificato gli attacchi. L'ultima azione dei jihadisti è stata rilevata ieri 12 febbraio, quando dalle posizioni dei terroristi sono stati effettuati 31 bombardamenti nella zona di de-escalation di Idlib. Tra l'altro, nella serata di mercoledì i sistemi di difesa aerea russi hanno respinto un attacco contro la base Hmeimim. L'attacco con utilizzo di lanciarazzi multipli a lungo raggio è stato effettuato dalla zona di de-escalation di Idlib, controllata da gruppi armati radicali.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook