21:47 15 Gennaio 2021
Difesa
URL abbreviato
5031
Seguici su

Secondo il Comando dell'aviazione americana in Europa e Africa, il velivolo automatico d'attacco e da ricognizione MQ-9 Reaper delle forze aeree statunitensi e circa 90 militari sono stati schierati in una base aerea nella città rumena di Câmpia Turzii.

"L'aviazione americana ha schierato velivoli MQ-9 Reaper e circa 90 membri del personale dell'aeronautica militare alla 71a base aerea di Campia Turzii, in Romania, per condurre la raccolta di informazioni, la sorveglianza e la ricognizione a sostegno delle operazioni della Nato", si legge nel comunicato pubblicato sul sito web del comando.

I droni e il personale militare sono stati dispiegati per un "lungo" periodo, ma non è specificato per quanto tempo.

Secondo il generale Jeffrey Harrigian, comandante delle forze aeree americane per Europa e Africa, il dispiegamento di droni in questa posizione strategica "rassicura alleati e partner" ma anche "rende chiaro agli avversari" che "una risposta a qualsiasi minaccia emergente" può essere garantita.

I militari hanno indicato che il dispiegamento di droni e personale militare, concordato con le autorità rumene, indica "l'impegno" degli Stati Uniti per la sicurezza e la stabilità in Europa, ed è finalizzato a rafforzare le relazioni tra gli alleati della Nato "e altri partner europei".

L'MQ-9 Reaper è prodotto dalla società americana General Atomics. Questo drone è dotato di un motore turboelica, la sua velocità è di oltre 400 chilometri all'ora. La quota massima è 13mila metri con una autonomia massima di volo di 24 ore.

Correlati:

Baghdad, folle si riversano all'aeroporto per commemorare Soleimani
L'esercito britannico riceve 30 "nano droni spia" con un raggio di quasi 2 km
Report confermano, l'Iran ha trasferito in Iraq missili e droni
Russia mostra per la prima volta il suo drone Orion in versione da combattimento - Foto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook