13:07 24 Gennaio 2021
Difesa
URL abbreviato
26191
Seguici su

Le forze aerospaziali della Federazione Russa hanno ricevuto il primo caccia seriale di quinta generazione, il Su-57, ha detto a RIA Novosti una fonte interna.

Le forze aerospaziali della Federazione Russa hanno ricevuto il primo caccia seriale di quinta generazione, il Su-57, ha detto a RIA Novosti una fonte interna.

"Il primo Su-57 seriale è stato consegnato alle forze aerospaziali russe", ha detto la fonte che l’Agenzia ritiene attendibile.

Il Sukhoi Su-57, nome in codice NATO ‘Felon’, che in inglese significa ‘Criminale’, è un caccia multiruolo monoposto di quinta generazione con caratteristiche stealth, cioè realizzato con tecnologie atte ad eluderne l’individuazione radar.

Avrà il compito di sostituire il MiG-29 e il Su-27 nonché di competere in qualità con gli statunitensi F-22 e F-35 e il cinese Chengdu J-20.

Lungo 19,8 metri, apertura alare 13,95 metri, capacità di carico 7.500 chili, tra le sue prestazioni il Su-57 vanta una velocità massima di 2,2 Mach, cioè circa 2.600 km/h, e un’autonomia di 4mila chilometri. Necessita di circa 350 metri di pista per il decollo e circa 600 per l’atterraggio, secondo i dati pubblicati dal sito del costruttore dove vengono vantate tutte le qualità del velivolo, prime tra tutte la moderna e avanzata avionica, l’elevata manovrabilità, la modalità di volo crociera supersonica a lungo termine, le misure per garantire una bassa visibilità radar e agli infrarossi, l’uso omnidirezionale e multicanale delle armi sia per bersagli aerei che terrestri o marittimi e il nuovo livello qualitativo delle protezioni sia attive che passive.

Il 23 agosto, durante una esibizione nell'ambito del forum Army 2020 cui hanno partecipato il Ministro della Difesa Sergei Shoigu e il Primo ministro Mishustin, il Su-57 ha mostrato le sue capacità alla stampa con evoluzioni acrobatiche che, oltre alle capacità del pilota, hanno mostrato tutte le particolarità tecniche del velivolo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook