13:10 17 Gennaio 2021
Difesa
URL abbreviato
131
Seguici su

Avvenuti i primi contatti diplomatici tra l'India e la Russia per l'esecuzione di esercitazioni congiunte tra la Marina del paese asiatico e la Flotta del Baltico russa.

L'addetto navale presso l'ambasciata indiana in Russia, commodoro Manish Chadha, ha avuto un incontro con il comandante della Flotta del Baltico Alexander Nosatov e ha espresso il desiderio di condurre esercitazioni congiunte, nonché di partecipare alla celebrazione del Giorno della Marina russa, riporta il servizio stampa della Flotta del Baltico.

"In una riunione di protocollo presso la sede della Flotta del Baltico la parte russa e quella indiana hanno discusso le questioni della cooperazione navale tra i due paesi nel quadro delle esercitazioni congiunte in mare", riporta un comunicato.

"Nel corso dello scambio di vedute la parte indiana ha espresso il desiderio di condurre esercitazioni congiunte delle marine dei due paesi nel Mar Baltico e di prendere parte alle celebrazioni del Giorno della Marina russa", osserva il servizio stampa della Flotta del Baltico.

Nosatov, a sua volta, ha dato una stima al livello di preparazione dei militari della Marina indiana dimostrato durante le esercitazioni antipirateria "Indra-2019" a dicembre 2019 nell'Oceano Indiano. Chadha ha osservato che il livello di interazione tra le marine della Federazione Russa e dell'India è molto alto e ha presentato il capo del gruppo di monitoraggio della costruzione di navi per la Marina indiana presso le imprese cantieristiche russe, il capitano di primo rango Sameer Mohan Sharma.

"All'incontro le delegazioni russa e indiana hanno discusso l'interazione dei due paesi nella costruzione di navi militari per la Marina indiana ai cantieri navali russi, nonché i loro test, che vengono condotti nei campi di addestramento marini nel Mar Baltico.

Attualmente, nel cantiere navale Jantar' per la Marina Militare dell'India sono state messe due fregate, "Tushil" e "Tamala", ha aggiunto il servizio stampa.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook