16:57 29 Novembre 2020
Difesa
URL abbreviato
360
Seguici su

Si pensa che la Corea del Nord abbia un arsenale di ben 40 armi nucleari, così come i missili per attaccare le città degli Stati Uniti, il principale possibile nemico. Pyongyang ha effettuato il suo primo test nucleare nel 2006, quattro anni dopo essere stata inserita nell'elenco dell'asse del male del presidente George W. Bush.

L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) sospetta che la Corea del Nord svolga attività legate al programma nucleare in un impianto di arricchimento dell'uranio non dichiarato fuori Pyongyang.

“Stiamo cercando di capire i dettagli di ciò che vediamo. Ad esempio, ora stiamo cercando di mettere a punto l'analisi su Kangson, che è un altro sito, come sapete", ha detto il direttore generale dell'AIEA Rafael Mariano Grossi in una conferenza stampa questa settimana dopo una riunione del consiglio dei governatori dell'agenzia.

Grossi ha suggerito che se l'agenzia un giorno sarà in grado di tornare in Corea del Nord per effettuare le ispezioni, avrà molte più “strutture e luoghi da visitare. Quindi è positivo che iniziamo a farci un'idea di ciò che potrebbe accadere in diverse parti del Paese". Per ora, ha osservato, l'AIEA richiede più contributi finanziari volontari da parte dei membri per poter espandere le proprie capacità di monitoraggio nei confronti di Pyongyang.

L'impianto nucleare di Kangson, che si ritiene si trovi nelle immediate vicinanze di Pyongyang, è stato formalmente menzionato dall'AIEA in un rapporto del 3 settembre 2020 intitolato "Applicazione di misure di salvaguardia nella Repubblica democratica popolare di Corea". L'AIEA ha affermato che "immagini satellitari e informazioni open source "hanno portato alla conclusione che l'impianto" condivide alcune caratteristiche "con l'impianto di arricchimento dell'uranio dichiarato presso il Centro di ricerca scientifica nucleare di Nyongbyon. Quest'ultimo si trova a circa 100 km a nord di Pyongyang. Tuttavia, nel rapporto non si sono fatte dichiarazioni decisive sulle attività legate all'impianto Kangson.

È la struttura di Kangson che, secondo quanto riferito, ha contribuito al fallimento dei negoziati tra Kim Jong-un e Donald Trump ad Hanoi all'inizio del 2019. La struttura misteriosa è stata sotto osservazione dalle agenzie d'intelligence occidentali e sudcoreane almeno dal 2007, e lo è stato ha affermato che potrebbe essersi impegnata nella produzione di uranio per armi già nel 2003. Funzionari anonimi degli Stati Uniti sospettano che l'impianto di Kangson possa essere in grado di generare fino al doppio di materiale fissile rispetto a quello dichiarato a Nyongbyon, che è diventato operativo nel 2010. L'esistenza della struttura è stata rivelata per la prima volta nel 2018 da The Diplomat, un sito web con sede negli Stati Uniti sugli affari dell'Asia-Pacifico.

Relazioni fredde

La Corea del Nord ha avuto un buon rapporto con l'AIEA per quasi due decenni, fino a quando agli ispettori è stato ordinato di lasciare il paese nel 2009, costringendo l'agenzia a ricorrere a intelligence open source e dati satellitari per cercare di monitorare il programma nucleare della nazione asiatica. La Corea del Nord si è ritirata dal Trattato di non proliferazione nel 2003, effettuando da allora numerosi test nucleari e missilistici. La Corea del Nord è soggetta alle sanzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dal 2006.

La scorsa settimana, dopo che Grossi ha detto alle Nazioni Unite che le attività nucleari della Corea del Nord erano "un motivo di grave preoccupazione", l'ambasciatore nordcoreano delle Nazioni Unite Kim Song ha attaccato l'agenzia definendola uno "strumento politico dei paesi occidentali".

Kim ha definito il rapporto dell'AIEA alle Nazioni Unite, un documento "completamente pervaso di congetture e falsificazioni".

Lo Stockholm International Peace Research Institute stima che la Corea del Nord abbia tra le 30 e le 40 testate nucleari. Il paese non fornisce alcuna informazione formale sulle sue capacità nucleari, una politica che condivide con Israele, che non è tuttavia soggetta alle sanzioni delle Nazioni Unite.

Si ritiene inoltre che la Corea del Nord abbia una serie di sistemi di lancio con capacità nucleare a lungo raggio, incluso il missile balistico intercontinentale Hwasong-15, che è stato testato nel 2017 e ha una portata presunta fino a 13.000 km. Pyongyang ha mostrato un nuovo missile, mai visto e senza nome, durante una parata militare notturna dedicata al 75° anniversario del Partito dei Lavoratori al potere nell'ottobre 2020. Kim Dong-yup, un osservatore veterano della Corea del Nord e ufficiale militare sudcoreano in pensione, ha detto a Sputnik che il nuovo missile ha probabilmente una portata simile all'Hwasong-15, ma con un carico bellico maggiore.

Correlati:

Iran attacca Parigi per rapporto AIEA: "test missilistico francese viola gli obblighi TNP"
Covid-19, Corea del Nord teme una tempesta di sabbia dalla Cina che potrebbe portare il virus
Corea del Nord costruisce due sottomarini in grado di lanciare missili balistici
Tags:
Nucleare, Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook