03:20 03 Dicembre 2020
Difesa
URL abbreviato
0 15
Seguici su

Il Minuteman III è l'ultima evoluzione dei missili balistici intercontinentali che venivano utilizzati come deterrente negli anni della Guerra Fredda.

Gli Stati Uniti d'America hanno condotto dei nuovi test sul missile intercontinetale Minuteman III presso la base aerea californiana Vandenberg. A riferirlo è il Global Strike Command dell'aviazione americana.

"Il 29 ottobre alle 00.27 (le 08.27 in Italia) un gruppo di specialisti del Global Strike Command dell'aviazione ha condotto il lancio di un missile balistico intercontinentale Minuteman III non equipaggiato di testata ma dotato di elemento di rientro", si legge nel comunicato stampa del dipartimento.

Stando a quanto riportato, il missile ha percorso una distanza pari a circa 6.8000 chilometri fino all'obiettivo prestabilito situato nell'Atollo di Kwajalein, nelle isole Marshall.

Il Global Strike Command ha sottolineato che "tali sperimentazioni sui lanci confermano la precisione e l'affidabilità dei sistemi di armamento dei missili balistici intercontinentali.

Il missile balistico Minuteman III

I missili balistici intercontinentali a tre stadi Minuteman erano inizialmente utilizzati nel corso della Guerra Fredda come elemento di deterrenza nei confronti dell'Unione Sovietica.

Al giorno d'oggi, il Minuteman III risulta essere l'unico missile balistico intercontinentale in dotazione alle forze armate degli Stati Uniti d'America. Secondo i dati resi noti dal Pentagono, ad oggi gli USA sarebbero dotati di 450 di questi ordigni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook