15:57 24 Novembre 2020
Difesa
URL abbreviato
2214
Seguici su

Gli Stati Uniti sono pronti a schierare missili ipersonici in Europa come misura di dissuasione contro la Russia, ha dichiarato Robert O'Brien, consigliere della Casa Bianca per la sicurezza nazionale, parlando all'Hudson Institute.

"Ci siamo ritirati dal Trattato Inf, stiamo sviluppando armi ipersoniche, sistemi di lancio di missili balistici. <...> Distribuiremo le stesse armi, se necessario, in Europa per contenere la Russia".

In precedenza Washington aveva reso note le sue intenzioni di equipaggiare tutti i cacciatorpediniere della Marina americana con missili ipersonici, nonché di fornire tali armi alle forze terrestri.

Gli Stati Uniti stanno attualmente sviluppando diversi missili ipersonici. Il Pentagono ha ammesso di essere in ritardo rispetto alla Russia e alla Cina in questo tipo di armi.

In un rapporto del Servizio di ricerca del Congresso degli Stati Uniti "Armi ipersoniche: storia e problemi", è stato notato che i i missili ipersonici americani di prospettiva non saranno nucleari, pertanto i requisiti di precisione saranno maggiori.

L'accordo tra Unione Sovietica e Stati Uniti sull'eliminazione dei missili a medio e corto raggio fu firmato l'8 dicembre 1987 a Washington da Michail Gorbaciov e Ronald Reagan. Il documento è entrato in vigore il 1 giugno 1988. Il 2 agosto 2019, gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dall'accordo.

Tags:
esercito USA, Geopolitica, Russia, USA, Europa, missili ipersonici, Casa Bianca
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook