18:37 25 Novembre 2020
Difesa
URL abbreviato
0 22
Seguici su

L'Iran non si impegnerà in una corsa agli armamenti in Medio Oriente e non inizierà a comprare incontrollatamente nuove armi nonostante la fine dell'embargo delle Nazioni Unite, ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif durante una riunione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

"L'Iran non intende impegnarsi in una corsa agli armamenti nella regione e iniziare acquisizioni incontrollate d'armi nonostante la fine delle restrizioni del Consiglio di Sicurezza", ha detto Zarif.

L'embargo sulle armi delle Nazioni Unite contro l'Iran è scaduto domenica scorsa in base all'accordo sul programma nucleare di Teheran del 2015, che cercava di impedire al regime degli ayatollah di sviluppare armi nucleari in cambio della revoca delle sanzioni.

Gli Stati Uniti avevano proposto di prolungare l'embargo sulla vendita di armi al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il 14 agosto scorso, ma la proposta è stata bocciata dalla maggioranza degli Stati membri.

Zarif ha espresso il suo apprezzamento ai Paesi membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che hanno respinto gli sforzi degli Stati Uniti per avviare il ritorno delle sanzioni internazionali contro l'Iran.

Accordo sul nucleare iraniano del 2015

Il piano d'azione globale congiunto è stato firmato nel 2015 da Iran, Cina, Francia, Germania, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, insieme all'Unione Europea. L'Iran avrebbe dovuto ridimensionare il suo programma nucleare e ridurre drasticamente le proprie riserve di uranio in cambio dell’annullamento delle sanzioni. Tuttavia, nel 2018 il presidente americano Donald Trump ha annunciato il ritiro unilaterale dall'accordo, avviando la strategia di nuove, rigide, sanzioni nei confronti dell’Iran.

Ritiro degli USA dall’accordo sul nucleare iraniano

L’8 maggio 2018 il presidente Donald Trump ha ritirato unilateralmente il suo Paese dal piano d'azione globale congiunto sul nucleare ed ha imposto a più riprese diversi pacchetti di sanzioni economiche all'Iran. Questo ha segnato una nuova strada per deterioramento nelle relazioni bilaterali tra Washington e Teheran. Secondo Trump, il piano d'azione globale congiunto “non avrebbe mai portato pace” nel Medio Oriente. Inoltre il capo di stato americano ha numerose volte criticato il suo predecessore Obama per aver firmato l’Accordo.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Armi, Javad Zarif, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook