01:33 22 Ottobre 2020
Difesa
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Il Dipartimento della Difesa americano e la compagnia Lockheed Martin hanno raggiunto un accordo che richiederà al colosso della difesa di investire circa 70,6 milioni di dollari per risolvere i problemi attuali con i pezzi di ricambio per il caccia F-35.

Negli ultimi mesi la Lockheed Martin la Defense Contract Management Agency (Agenzia per la gestione dei contratti di difesa, DCMA) hanno avuto una disputa su oltre 15mila componenti dei caccia F-35. Questi pezzi sono stati inviati all'esercito americano con registrazioni di apparecchiature elettroniche (EEL) errate o incomplete. Questo guasto ha impedito che i componenti venissero assorbiti nel sistema logistico dell'F-35 e installati sull'aereo, provocando un aumento dei costi alle agenzie governative di difesa.

Lockheed Martin e DCMA si aspettano che un accordo finale sulla questione venga formalizzato nelle prossime due settimane, ha detto il portavoce dell'agenzia Matthew Montgomery al portale Defense News.

Gli equipaggiamenti elettronici consentono al governo di monitorare l'uso e la durata delle principali parti dell'F-35 e contribuiscono ad aggiornare e gestire gli ordini e la manutenzione.

Invece di un pagamento diretto, la società "compenserà il governo con investimenti". Alla fine garantiranno che le parti di ricambio siano consegnate con registrazioni elettroniche accurate, ha detto il portavoce della società Brett Ashworth.

La somma finale della transazione è inferiore alla metà dei 183 milioni di dollari inizialmente pianificati dalla DCMA. Non è ancora chiaro il motivo per cui l'agenzia ha accettato un risarcimento molto inferiore alle stime iniziali.

Tags:
Sicurezza, Difesa, Aviazione, esercito USA, USA, Pentagono, Lockheed Martin, F-35
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook