11:07 01 Ottobre 2020
Difesa
URL abbreviato
3333
Seguici su

La prospettiva di una sfida congiunta russo-cinese agli interessi statunitensi nell'Artico è un "incubo" che Washington è completamente impreparata ad affrontare.

Questa opinione è stata espressa da Michael Lyons, analista della rivista The National Interest.

"L'Artico è una regione a cui i politici americani prestano raramente attenzione, ma che svolge un ruolo chiave nella politica delle potenze mondiali", ha scritto l'autore dell'articolo.

Nuove opportunità economiche si stanno aprendo nella regione a seguito dei cambiamenti climatici e le principali potenze mondiali sempre più spesso fanno capire la propria intenzione di dominare la regione.

"Sfortunatamente per gli strateghi americani, Washington è molto indietro rispetto ai suoi rivali", si è lamentato Lyons.

Ha ricordato che la Guardia Costiera degli Stati Uniti, come la Cina, ha solo due rompighiaccio, mentre la flotta russa ha almeno 40 navi di questo tipo ed entro il 2035 appariranno altri 13 rompighiaccio nucleari.

L'esperto ha osservato che nel 2018 la Cina si è proclamata Stato pre-artico ed ha iniziato a prepararsi per l'attuazione della sua iniziativa "Via della Seta Polare". A suo avviso è scontato che Pechino, avendo ricevuto lo status di osservatore nel Consiglio artico e cooperando con la Russia nella regione, ha dimostrato un deciso desiderio di diventare un attore importante nel gioco "relativamente esclusivo".

"Affrontare un avversario come la Russia nell'Artico comporta una serie di sfide, ma la prospettiva di una sfida congiunta russo-cinese agli interessi degli Stati Uniti nell'Artico è un potenziale techno-thriller e un incubo che l'America non è assolutamente pronta ad affrontare", ha sottolineato Lyons.

Ha aggiunto che l'Artico non è solo un "potenziale corridoio per la rivalità strategica" e non solo "una potenziale piattaforma per una maggiore rivalità tra le maggiori potenze".

"Questo gioco è già iniziato ed i politici americani sono in ritardo rispetto alle loro controparti di altri Paesi nella reazione a questa minaccia", ha concluso l'esperto.

Questa estate era stato riferito che la Russia ha iniziato la costruzione della nave rompighiaccio nucleare più potente del mondo.

Tags:
Artico, Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Cina, The National Interest, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook