22:28 21 Settembre 2020
Difesa
URL abbreviato
3222
Seguici su

Negli anni '50 il trasferimento da parte dell'Unione Sovietica alla Cina di una serie di tecnologie necessarie per creare la bomba atomica era la prova del più alto grado di fiducia nelle relazioni tra i due Paesi e popoli, ha affermato Sergey Naryshkin, presidente della Società Storica Russa e direttore dell'intelligence estera russa.

Naryshkin è intervenuto martedì nell'ambito di una teleconferenza russo-cinese dedicata al 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale.

Il capo dell'intelligence russa ha osservato che gli esperti considerano il bombardamento atomico americano delle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki nell'agosto 1945 come un crimine di guerra.

"Non è un segreto che la manifestazione americana di potenza militare a Hiroshima e Nagasaki avesse il carattere di un ricatto nucleare diretto contro l'Unione Sovietica. In risposta il mondo scientifico sovietico e l'intelligence accettarono questa sfida, e presto l'Unione Sovietica ottenne armi di questo tipo, escludendo lo scenario di un'aggressione impunita dall'altra parte dell'oceano", ha detto Naryshkin. La prima testata atomica sovietica fu testata con successo il 29 agosto 1949.

"Gli esperti cinesi hanno familiarizzato con i nostri sviluppi nucleari, il che implica il più alto grado di fiducia tra i nostri Paesi e popoli", ha detto Naryshkin.

Il 15 ottobre 1957 l'Urss e la Cina firmarono un accordo che prevedeva il trasferimento di una serie di tecnologie per la produzione di armi nucleari nel Paese asiatico. Con l'aiuto di specialisti sovietici, il sito di test Lop Nor è stato selezionato per i test atomici. Gli scienziati sovietici hanno contribuito a costruire e mettere in servizio il primo reattore nucleare sperimentale cinese ad acqua pesante nel 1958. In Cina è stato costruito anche un ciclotrone sperimentale. Inoltre circa 11.000 specialisti cinesi furono formati in Urss e specialisti atomici sovietici lavorarono in Cina.

Nonostante il peggioramento dei rapporti sino-sovietici negli anni '60, la Cina aveva ormai acquisito le competenze per creare da sola armi nucleari.

Il 16 ottobre 1964, il capo del governo Zhou Enlai, a nome del presidente della Repubblica popolare cinese, Mao Zedong, informò il popolo cinese del successo del test della prima bomba atomica cinese. In questo modo la Cina è diventata la quinta potenza nucleare della storia.

Tags:
Sergey Naryshkin, Russia, Sviluppo armi nucleari, Armi nucleari, Cooperazione militare, Comunismo, URSS, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook