00:29 24 Ottobre 2020
Difesa
URL abbreviato
2331
Seguici su

Un caccia Su-27 è stato fatto decollare per intercettare aerei militari stranieri sul Mar Baltico, riferisce il Centro di controllo di difesa nazionale russo.

"Il 31 agosto i dispositivi di controllo dello spazio aereo russo sulle acque internazionali del Mar Baltico hanno rilevato quattro obiettivi aerei in avvicinamento verso i confini di stato della Federazione Russa. Per identificare gli obiettivi aerei e prevenire la violazione del confine di stato della Federazione Russa, un caccia Su-27 delle forze di difesa aerea della Flotta Baltica è stato fatto decollare", si afferma nella nota.

L'equipaggio del caccia russo ha identificato gli obiettivi aerei come il velivolo da ricognizione strategica RC-135 dell'aeronautica statunitense, l'aereo da ricognizione Gulfstream dell'aeronautica svedese, l'aereo da ricognizione Challenger dell'aeronautica danese e il velivolo da pattugliamento R-3C Orion della Marina tedesca.

Dopo che gli aerei stranieri si sono allontanati dal confine russo, il caccia è tornato in sicurezza alla sua base.

L'intero volo del caccia russo Su-27 è stato effettuato in stretta conformità con le regole internazionali per l'uso dello spazio aereo. Non ci sono state violazioni del confine russo da parte degli aerei Nato.

Appena due giorni fa caccia russi Su-27 avevano intercettato un bombardiere strategico americano sempre nella regione del Mar Baltico.

Tags:
USA, Difesa, Sicurezza, NATO, Danimarca, Svezia, Germania, Esercito russo, Aviazione, Mar Baltico, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook