23:11 29 Settembre 2020
Difesa
URL abbreviato
106
Seguici su

Un caccia Su-27 era precipitato alla fine dello scorso marzo in prossimità della Crimea a seguito di un missile esploso dopo il lancio, ha dichiarato Sergey Bainetov, capo del servizio di sicurezza dei voli delle forze armate russe.

"Le conclusioni della commissione sono inequivocabili. La causa dell'incidente aereo è stata la detonazione del propulsore del razzo durante il volo dopo il suo lancio", ha detto Bainetov al canale televisivo Zvezda.

Secondo Vadim Dzhanunts, il comandante della 145esima squadra di salvataggio della flotta del Mar Nero, è stato possibile trovare trovare i rottami dell'aereo solo due settimane dopo l'incidente.

In precedenza è stato riferito che un caccia Su-27 era precipitato nel Mar Nero durante un volo di routine il 25 marzo scorso.

L'incidente è avvenuto a 50 chilometri da Feodosia. La ricerche di quel che restava del velivolo sono state rese difficoltose e durate a lungo per le cattive condizioni meteorologiche.

Tags:
Incidente, Crimea, Russia, Su-27, Esercito russo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook