10:27 05 Agosto 2020
Difesa
URL abbreviato
0 22
Seguici su

Ieri le forze spaziali recentemente create dagli Stati Uniti hanno accusato la Russia di aver testato un'arma anti-satellite da uno dei suoi dispositivi orbitali.

La Russia è impegnata nella piena smilitarizzazione dello spazio e si oppone allo spiegamento di qualsiasi tipo di arma nello spazio, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Rispondendo alla domanda se il Cremlino avesse reagito alle accuse degli Stati Uniti riguardo ai test russi sulle armi anti-satellite, Peskov ha suggerito che "questo dovrebbe probabilmente essere fatto dal nostro ministero della Difesa e dal ministero degli Esteri".

I commenti di Peskov seguono le accuse delle forze spaziali americane di ieri, secondo cui la Russia aveva testato un'arma anti-satellite da uno dei suoi dispositivi orbitali.

In una dichiarazione, il nuovo ramo dell'esercito americano ha affermato che "il 15 luglio la Russia ha introdotto un nuovo oggetto in orbita dal Cosmos 2543," un satellite russo "spia" lanciato nel novembre 2019. "La Russia ha rilasciato questo oggetto in prossimità di un altro satellite russo, che è simile all'attività in orbita condotta dalla Russia nel 2017 e incompatibile con la missione dichiarata come satellite ispettore".

Le forze aerospaziali hanno ammesso che non vi è alcuna indicazione che il proiettile avesse effettivamente colpito un altro satellite in orbita, definendo il presunto test "non distruttivo".

Il capo delle operazioni spaziali delle forze spaziali John Raymond ha affermato che il sistema russo coinvolto nel test era lo stesso che "ispezionava" un satellite di sorveglianza americano all'inizio di quest'anno.

"Questa è un'ulteriore prova dei continui sforzi della Russia per sviluppare e testare sistemi basati sullo spazio e coerenti con la dottrina militare pubblicata dal Cremlino per impiegare armi che mettono a rischio le risorse spaziali statunitensi e alleate", ha aggiunto Raymond.

Ieri l'inviato speciale degli Stati Uniti per il controllo degli armamenti Marshall Billingslea ha dichiarato che i presunti test anti-satellite della Russia sarebbero stati discussi durante i colloqui sul controllo degli armamenti a Vienna la prossima settimana.

Correlati:

Iran annuncia che il satellite Noor inviato nello spazio ad aprile è già in funzionamento
La Cina mette in orbita due satelliti per soccorsi e costruzione della nuova Via della Seta
La Russia punta sulle armi anti-satellite: caratteristiche del nuovo Burevestnik
Tags:
Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook