19:19 05 Agosto 2020
Difesa
URL abbreviato
171
Seguici su

Un incidente verificatosi in una base militare negli Stati Uniti ha avuto conseguenze disastrose quando l'equipaggio di un carro armato M1A2 Abrams ha aperto il fuoco accidentalmente contro... un altro carro armato simile.

Gli eventi si sono verificati durante delle esercitazioni notturne tenutesi il 20 luglio, quando l'equipaggio ha confuso i loro colleghi con un obiettivo di allenamento in pieno movimento. L'operatore del cannone ha quindi sparato la granata di addestramento calibro M1002 da 120 mm.

Nonostante fosse priva di carica esplosiva e che il colpo sia stato sparato da una distanza di 2.600 metri, le conseguenze sono state disastrose. Il proiettile ha colpito la torretta provocando un'esplosione di schegge che ha ferito gravemente il puntatore del carro armato.

​In particolare le schegge sono penetrate nel petto del soldato, colpendo gravemente uno dei suoi polmoni. Inoltre, l'uomo ha perso diverse dita sulla mano sinistra. Nelle foto si può vedere che l'impatto del proiettile ha strappato anche il visore termico panoramico che era in cima alla torretta.

Sfortunatamente, quando si tratta di armi destinate persino all'addestramento, gli errori possono avere costi enormi, sia dal punto di vista finanziario che umano. Questo è ciò che è accaduto quando un tecnico di manutenzione ha lanciato accidentalmente un missile da un aereo Su-25 mentre era a terra. Questo incidente è stato filmato e diverse persone sono rimaste uccise.

Un altro incidente che ha attirato i titoli dei media è stato quello in Belgio, dove un tecnico della manutenzione ha accidentalmente fatto partire dei colpi d'arma da fuoco da un caccia F-16 a terra, i cui proiettili hanno distrutto altri caccia situati nella base aerea.

Correlati:

Giochi da quarantena, esercito USA si allena sui simulatori russi
Gli USA annunciano la vendita di F-16 a Taiwan e la Cina è pronta a reagire
Sistemi di difesa dei carri armati contemporanei
Tags:
carro armato
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook