22:35 03 Dicembre 2020
Difesa
URL abbreviato
0 141
Seguici su

Le forze di difesa aerea delle flotte del Mar Nero e del Baltico hanno rilevato velivoli da ricognizione della Nato in prossimità dei confini russi, ha affermato il Centro nazionale di gestione della difesa.

"Il 22 luglio dalle unità di rilevamento radar <...> sono state individuate attività dagli aerei da ricognizione P-8A Poseidon e U-2S della Marina degli Stati Uniti sul Mar Nero, così come del velivolo da ricognizione Orion R-3C dell'aviazione tedesca sul Mar Baltico", - si afferma nella nota.

Le forze russe di difesa aerea in servizio hanno monitorato il sorvolo di questi aerei, non permettendo la violazione dello spazio aereo nazionale.

I pattugliamenti USA e NATO lungo i confini russi

I militari russi hanno rilevato, rintracciato o intercettato migliaia di pattugliamenti aerei statunitensi e NATO lungo i confini nazionali negli ultimi anni, voli che si svolgono in una varietà di luoghi, dal mare di Barents e dal Mar Baltico al Mar Nero, fino al mare del Giappone e al mare di Okhotsk in Estremo Oriente. L'alleanza occidentale ha intensificato le sue operazioni di ricognizione e di allerta preventiva lungo i confini della Russia dopo la crisi ucraina del 2014, con missioni aeree accompagnate da un incremento di manovre terrestri e navali e movimento di truppe. Mosca ha ripetutamente avvertito che tali voli comportano il rischio intrinseco di escalation accidentale, mentre gli Stati Uniti e i loro alleati hanno occasionalmente accusato i piloti russi d'intercettare i loro aerei in modo "non sicuro e poco professionale".

Video

Tags:
Difesa, Sicurezza, NATO, Mar Baltico, Mar Nero, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook