19:12 13 Agosto 2020
Difesa
URL abbreviato
2213
Seguici su

Mosca e Ankara hanno firmato un accordo da 2,5 miliardi $ sulla vendita di S-400 alla Turchia alla fine del 2017, con la consegna delle armi di contraerea a partire da luglio 2019. L'accordo ha spinto Washington a tenere fuori la Turchia dal programma di caccia F-35 e a minacciare il Paese di sanzioni.

L'esercito turco ha iniziato nuovi test sul campo dei suoi sistemi di difesa aerea S-400 acquistati dalla Russia contro caccia F-16 e F-4 fabbricati negli Stati Uniti presso una base aerea alle porte di Ankara, ha riferito il blog aeronautico Fighter Jets World.

Secondo il portale, i test sono iniziati il ​​4 luglio e sono destinati a continuare fino al 26 novembre.

Si dice che la Turchia abbia avviato i test nonostante gli avvertimenti di Washington che l'attivazione degli S-400 potrebbe comportare nuove sanzioni contro Ankara.

Il governo turco non ha ceduto sui test, con una dichiarazione del governo turco che confermerebbe solo che gli F-16 e altri jet dell'Aeronautica turca avrebbero effettuato voli di prova a bassa e alta quota nelle vicinanze di Ankara “nell'ambito di alcuni progetti realizzati in coordinamento con la leadership dell'industria della difesa".

Tuttavia un'immagine non autenticata dimostra le indiscrezioni: un jet di fabbricazione americana sorvola la base mentre i componenti S-400, inclusi i radar 91N6E e 96L6E, operano a terra.

È noto che le forze armate turche hanno iniziato a testare i loro S-400 contro caccia fabbricati negli Stati Uniti già nel novembre 2019

L'ampiezza dei test non è stata immediatamente chiara, poiché la Turchia ha pianificato di rendere pienamente operativi i suoi S-400 entro aprile di quest'anno, anche se è stato riferito che i test sono stati collegati per stabilire la compatibilità incrociata tra le piattaforme per evitare incidenti.

La crisi degli S-400

L'acquisto da parte della Turchia dei sistemi di difesa aerea di fabbricazione russa ha portato a un peggioramento delle relazioni tra Ankara e Washington, con gli Stati Uniti che hanno espulso senza troppe cerimonie il Paese dal programma di caccia F-35, nonostante lo status di partner della Turchia, paventando in aggiunta sanzioni ai sensi Countering America's Adversaries Through Sanctions Act (CAATSA), una legge che minaccia di punire qualsiasi Paese che acquista armi di fabbricazione russa.

All'inizio di questa settimana, un gruppo bipartisan di senatori statunitensi ha chiesto al segretario alla Difesa Mark Esper di accelerare il ritmo con cui la Turchia venga esclusa dalla catena di approvvigionamento dell'F-35, e ha ribadito il proprio sostegno all'imposizione di sanzioni contro Ankara sulla base del CAATSA.

Prima di questo il senatore repubblicano John Thune ha suggerito agli Stati Uniti di provare a comprare gli S-400 turchi come un modo per consentire al presidente turco Erdogan di "liberarsi nel pantano in cui si è messo" acquistando i sistemi. Alla fine del mese scorso, Omer Celik, segretario stampa del partito per la giustizia e lo sviluppo al potere in Turchia, ha dichiarato che non vi sono motivi legali per la Turchia di vendere i suoi S-400 russi agli Stati Uniti, aggiungendo che Ankara sarebbe "l'utente finale" dei sistemi.

L'S-400 rimane il più avanzato sistema di armamento antiaereo terrestre nell'arsenale russo ed è in grado di abbattere qualsiasi obiettivo, da aerei e droni nemici a missili balistici e da crociera a distanze fino a 400 km. Oltre a Russia e Turchia, il sistema è usato da Cina e Bielorussia. La Russia e l'India hanno firmato un accordo da 5,5 miliardi $ per la consegna di 4 reggimenti di S-400 nell'ottobre 2018, con Nuova Delhi che ha recentemente chiesto di accelerare la spedizione.

Correlati:

Consiglio della Federazione Russa commenta l'idea degli USA di acquistare gli S-400 dalla Turchia
L'India punta alla consegna anticipata degli S-400 nel contesto delle crescenti tensione con la Cina
Senatore USA suggerisce di acquistare un sistema di difesa S-400 di fabbricazione russa da Turchia
Tags:
Sistema antiaereo S-400
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook