22:39 12 Luglio 2020
Difesa
URL abbreviato
6831
Seguici su

Il comandante della marina statunitense in Europa e Africa, l'ammiraglio James Foggo, è preoccupato per l'attività dei sottomarini russi nel Mediterraneo.

Le sue parole sono riportate da Stars and Stripes.

Ha osservato che i moderni sottomarini diesel silenziosi della Russia sono equipaggiati con il sistema missilistico di attacco Kalibr, in grado di colpire "qualsiasi capitale dell'Europa o dell'Africa". Foggo ha concluso che questa situazione è un'occasione per espandere la presenza americana in Europa.

"Ciò indica la necessità di una presenza navale permanente e altamente efficiente nelle acque europee", ha affermato.

L'ammiraglio ha anche affermato che i sottomarini russi in Crimea e nella città siriana di Tartus rafforzano significativamente la posizione di Mosca.

Secondo Foggo, gli Stati Uniti devono sviluppare una nuova strategia che consentirà al Pentagono di avanzare nel contesto di un "ambiente geostrategico sempre più complesso".

I militari americani si sono ripetutamente lamentati del fatto che i sottomarini russi hanno tolto alla propria flotta il "rifugio sicuro". Ad esempio il vice ammiraglio della Marina statunitense Andrew Woody Lewis ha dichiarato che il Pentagono ha già perso la sua indiscussa supremazia nell'Atlantico. Secondo lui, Mosca usa attrezzature con "sistemi d'arma più letalii", motivo per cui preparare la flotta americana a varie operazioni sta diventando sempre più difficile. Lewis ha aggiunto che al di fuori della base navale principale della flotta atlantica, i militari si sentono "insicuri".

Allo stesso tempo negli Stati Uniti hanno ripetutamente sottolineato che le forze navali devono essere modernizzate.

Tags:
Sottomarini russi, Difesa, Sicurezza, Geopolitica, Mediterraneo, marina russa, marina USA, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook