06:40 17 Maggio 2021
Difesa
URL abbreviato
1121
Seguici su

E' stato utilizzato per tracciare la rotta delle cinque navi petroliere inviate in Venezuela lo scorso maggio e per rifornire di carburante il Paese in crisi energetica.

Il satellite Noor lanciato nello spazio ad aprile è pienamente operativo e si è trasformato in un vero e proprio laboratorio spaziale per l'Iran. Lo ha riferito il generale Ali Jafarabadi, comandante della divisione spaziale delle forze aerospaziali delle Guardie Rivoluzionarie, in un'intervista a Tasmin news.

Il satellite è stato già utilizzato il mese scorso, per tracciare le petroliere iraniane che recentemente hanno portato combustibile in Venezuela, sfidando l'embargo imposto dagli Usa e rifornendo Caracas di carburante, in piena crisi energetica dovuta alle sanzioni nordamericane. 

"Nell'Oceano Atlantico, dove l'accesso  è normalmente più difficile, il monitoraggio della posizione delle petroliere e della situazione nei dintorni sono stati inseriti nell'agenda del satellite Noor ed è stato portato a termine", ha aggiunto il comandante.

Il comandante ha definito un vero successo il lancio del satellite. "Nei primi giorni - ha spiegato - i segnali ausiliari e secondari del satellite erano accesi in tutto il mondo e tutti potevano riceverli, ma in seguito, abbiamo limitato i segnali ai nostri lo spazio del paese al fine di risparmiare il consumo di energia ". L'Iran, ha aggiunto, lascerà che il satellite trasmetta segnali in tutto il mondo per tutti i paesi una o due volte alla settimana.

Il progetto del satellite ha consentito alla Repubblica islamica lo sviluppo di un vettore satellitare tattico per il lancio del dispositivo, ha aggiunto, in grado di permettere il lancio di satelliti da qualsiasi parte del paese e con qualsiasi inclinazione orbitale.

Il comandante ha inoltre osservato una nuova versione del vettore satellitare iraniano, Qassed-2, monterà un motore a combustibile solido nella prima fase. Le modifiche al vettore consentiranno il lancio di satelliti più pesanti e più grandi in orbite più alte. In questo senso il Noor si rivela come un vero e proprio laboratorio spaziale per  l'Iran, ha osservato il generale, perché permette agli scienziati di monitorare il comportamento dei parametri nello spazio e testare algoritmi diversi ogni giorno.

Il lancio del satellite Noor

Il 22 aprile la Repubblica Islamica di Iran ha effettuato con successo il lancio in orbita del suo primo satellite militare Noor,  portato fino ad una distanza di 425 chilometri dalla superficie terrestre dal vettore a due stadi Qassed. 

In quell'occasione Israele aveva accusato Teheran di aver effettuato il lancio del satellite una copertura per l’ulteriore sviluppo di tecnologie missilistiche avanzate, incluso testate nucleari nucleari.

L'Iran si era difeso sottolineando la natura del programma spaziale dei Pasdaran, difensiva ed in generaleè pacifica.

Tags:
Satellite, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook