05:42 28 Settembre 2020
Difesa
URL abbreviato
290
Seguici su

La scorsa settimana, l'Ufficio di Responsabilità del Governo ha concluso che fino a 15 componenti chiave per l'F-35 una volta fabbricati in Turchia non vengono prodotti "al tasso di produzione necessario" a seguito dell'esclusione di Ankara dal programma per la sua realizzazione.

I problemi della fornitura dei componenti dell'F-35 di Lockheed Martin sono stati esacerbati dalla pandemia di coronavirus. Infatti la compagnia dovrebbe ridurre la produzione di aerei finiti dal 12% al 15% quest'anno, secondo quanto riferito da Defense News, citando funzionari e cifre dell'azienda.

Inizialmente la Lockheed prevedeva di costruire 141 aerei nel 2020, ora invece prevede di produrre tra 18 e 24 F-35 in meno.

Il vicepresidente Lockheed Martin per il programma F-35 Greg Ulmer ha incolpato la pandemia di coronavirus per le nuove difficoltà, che vedranno riduzioni di orari di lavoro a partire dal 23 maggio, confermando che attualmente i lavoratori devono aspettare arrivano parti mancanti, impedendo così alla linea di montaggio di avanzare.

Lockheed ha dichiarato agli investitori che la produzione potrebbe essere rallentata a fine aprile, attribuendo un rallentamento della produzione ai requisiti di distanziamento sociale nelle fabbriche, interruzioni della forza lavoro e vincoli di spedizione.

L'F-35, cacciabombardiere multiruolo di quinta generazione è un velivolo incredibilmente complesso. Infatti è composto da oltre 300.000 singoli componenti che vengono prodotti in circa 1.900 singole fabbriche negli Stati Uniti e dozzine di più in nazioni alleate statunitensi come l'Italia.

Riportare la produzione dei componenti in USA

Trump ha affermato la necessità di riportare negli Stati Uniti più della catena di approvvigionamento dell'F-35 la scorsa settimana, suggerendo che il ragionamento per produrre all'estero i componenti dell'aereo è un segno di "stupidità".

"Potrei raccontarti centinaia di storie sulla stupidità che ho visto. Ad esempio, realizziamo un caccia da combattimento. (...) Facciamo finta che sia l'F-35 . È un ottimo caccia e produciamo le parti per questo aereo in tutto il mondo. Le facciamo in Turchia, le facciamo qui, le facciamo lì. Il problema è che se abbiamo un problema in un Paese, non puoi più realizzare l'aereo. Riceviamo parti da tutto il mondo. È così folle. Dovremmo fare tutto negli Stati Uniti", ha aggiunto.

I problemi di approvvigionamento correlati al coronavirus segnalati dalla società seguono la scorsa settimana che il Government Accountability Office di Washington ha calcolato che oltre una dozzina di componenti chiave per l'F-35 una volta fabbricato in Turchia non venivano prodotti nelle quantità necessarie da fornitori alternativi a seguito dell'espulsione di Ankara dal programma per aver deciso di acquistare un sistema di difesa aerea di fabbricazione russa.

Il caccia multiruolo F-35

Il caccia multiruolo F-35 di Lockheed Martin è il contratto per la realizzazione di un armamento più costoso della storia, con il suo prezzo totale di ricerca e sviluppo, produzione e operazioni che recentemente è salito di altri $100 miliardi per un totale di $ 1,6 trilioni nel corso del ciclo di vita di 66 anni. Cinque anni dopo l'inizio della produzione dell'aereo nel 2015, pare che il velivolo abbia ben oltre 800 problemi tecnici e di progettazione, da problemi di pressione della cabina dannosi all'orecchio a radar difettosi e vulnerabilità legate al software.

Correlati:

F-35 si schianta durante esercitazione in Florida
Gli F-35 sono più importanti della salute degli italiani?
La Germania non comprerà gli F-35 per sostituire i Tornado
Tags:
F-35
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook