17:09 02 Dicembre 2020
Difesa
URL abbreviato
118
Seguici su

A marzo, Michael White, vicedirettore per i sistemi ipersonici presso l'ufficio del sottosegretario alla Difesa statunitense per la ricerca e l'ingegneria, ha segnalato la disponibilità del Pentagono a volersi mettere al passo con la Russia e la Cina nello sviluppo di armi ipersoniche.

L'Aeronautica americana è interessata a ottenere informazioni dalle aziende per avviare un nuovo programma per lo sviluppo di missili da crociera ipersonici nel prossimo futuro, ha dichiarato il responsabile degli acquisti dell'aeronautica militare Will Roper, il 30 aprile, riporta Defence News.

“Per quanto riguarda la velocità con la quale potremmo introdurre la tecnologia scramjet [supersonica] nei missili da crociera e metterli in servizio, penso che possiamo andare veloci. Non so quanto velocemente (...), ma vista la maturità della tecnologia scramjet mi aspetto che saremo in grado di andare abbastanza rapidamente su questo", ha sottolineato Roper.

Ha fatto riferimento alla competizione internazionale in corso nel settore che, secondo Roper, sta spingendo le forze armate statunitensi ad assicurarsi di non restare indietro per quanto riguarda la "tecnologia scramjet e i missili da crociera ipersonici nel loro insieme".

"Avremo una maggiore flessibilità nel complesso. Questo è uno dei motivi per cui siamo interessati ad accelerare la tecnologia. È matura, è pronta. Offrirà ai nostri operatori una maggiore flessibilità", ha sottolineato l'esecutivo, aggiungendo che "uno dei motivi per cui sono entusiasta di avviare un programma di missili da crociera ipersonici è che avremo diversi fornitori; è una tecnologia molto diversa".

“La tecnologia scramjet ha fatto molta strada. Sono stato eccezionalmente colpito da ciò che le nuove tecniche di produzione stanno svelando. Sono entrato in questo lavoro pensando che scramjet sarebbe stato probabilmente un passo indietro rispetto al boost glide. Sono felice di dire che ho sbagliato. Lo scramjet è molto più maturo (come tecnologia) e pronto all'uso di quanto pensassi inizialmente”, ha osservato Roper.

Con questo commento Roper si riferisce all'arma all'Air-Launched Rapid Response Weapon (ARRW), un missile ipersonico in sviluppo di Lockheed Martin, che è "più economico" rispetto all'Hypersonic Conventional Strike Weapon (HCSW) e che "potrebbe essere trasportato in quantità maggiori" dai bombardieri strategici B-52 e dai cacciabombardieri F-15. L'aviazione americana ha annullato l'attuazione del programma HCSW all'inizio di quest'anno.

Mettersi al passo con i russi e i cinesi

Le osservazioni di Roper sono arrivate dopo che Michael White, il vicedirettore per l'ipersonica nell'ufficio del sottosegretario alla Difesa statunitense per la ricerca e l'ingegneria, ha dichiarato a marzo che il Pentagono sta cercando di mettersi al passo con la Russia e la Cina quando si tratta di sviluppo di armi ipersoniche.

Ha aggiunto che negli ultimi decenni, gli Stati Uniti sono stati un leader mondiale nella tecnologia ipersonica, "ma che abbiamo costantemente preso la decisione di non passare ad applicazioni per armi e costruire sistemi di armi con tecnologie ipersoniche".

L'amministrazione statunitense ha precedentemente richiesto almeno 3,2 miliardi di dollari in finanziamenti per programmi di sviluppo di armi ipersoniche nel prossimo anno fiscale, con un aumento di quasi 500 milioni di dollari dal 2020. Il budget supporta specificamente un aumento dei test di volo per accelerare la consegna di sistemi di armi ipersoniche pienamente operativi.

Correlati:

Sarà una fregata la prima nave della Marina russa armata con il missile ipersonico Zirkon
La velocità dei missili ipersonici russi "Kinzhal" e "Zirkon" supera 10 Mach
Russia sta lavorando a missile aeronautico "anti-ipersonico"
Tags:
Tecnologia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook