10:39 21 Ottobre 2020
Difesa
URL abbreviato
0 15
Seguici su

L'amministrazione Trump ha ripetutamente esercitato pressioni su Berlino affinché aumentasse le sue spese militari, minacciando di ritirare le truppe dal Paese e di schierarle in Polonia se Berlino non avesse rispettato le linee guida della spesa militari della NATO pari al 2% del PIL .

Le spese per la difesa tedesca sono aumentate di un enorme 10% tra il 2018 e il 2019, risultando in questa maniera l'aumento di bilancio militare più rapido di qualsiasi altra grande potenza, secondo le nuove cifre dell'Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma (SIPRI).

Secondo i dati del think tank, gli impegni per la difesa di Berlino, che nel 2019 hanno raggiunto l'equivalente di $ 49,3 miliardi, sono cresciuti più rapidamente di tutti i primi 15 paesi del mondo.

L'aumento della spesa è dovuto alle continue pressioni da parte del presidente USA Donald Trump sulla Germania e altri paesi della NATO per il mancato raggiungimento dell'obiettivo di spese militari pari al 2% del PIL fissato al vertice dell'alleanza del 2014 in Galles. Washington ha ripetutamente ripreso il cancelliere tedesco Angela Merkel per il suo fallimento nell'implementare gli impegni di difesa.

La Germania ha già impegnato circa 45 miliardi di euro in difesa nel 2020, aumentando la spesa dall'1,23% del PIL nel 2018 all'1,38 per cento quest'anno. La Merkel ha anche promesso di aumentare le spese di difesa di Berlino all'1,5% del PIL entro il 2023 e al 2% entro il 2031.

Nonostante queste spese pongano la nazione nella top ten mondiale per spesa militare, la Bundeswehr lamenta costantemente dei problemi di finanziamento, citando elicotteri d'attacco Tiger non in grado di volare, problemi con le nuovi navi da guerra, la mancanza di calzature adeguate, uniformi e veicoli corazzati per le forze di terra e velivoli insufficienti per addestrare adeguatamente i piloti dell'aviazione.

Ritorno agli anni '80

Il SIPRI afferma che nel 2019 la spesa globale per la difesa ha superato $ 1.917 trilioni, costituendo la più grande somma annuale in termini reali dal 1988 e dal tramonto della guerra fredda. Si dice che la NATO rappresenti oltre la metà di quella cifra, con l'alleanza occidentale che ha speso circa 1.035 trilioni di dollari nel 2019 e si è impegnata a spendere ancora di più nel 2020.

Nel frattempo, si stima che la Russia abbia speso $ 65,1 miliardi per le forze armate nel 2019, mentre la Cina ha speso $ 261 miliardi nello stesso periodo.

Nonostante abbia speso oltre 15 volte di più rispetto ai suoi potenziali avversari russi, la NATO ha giustificato le sue crescenti spese di difesa citando la presunta minaccia di "aggressione russa", in particolare contro la Polonia e i paesi baltici. Oltre alla spesa, negli ultimi anni il blocco ha rafforzato la sua presenza in Europa orientale, schierando truppe aggiuntive, eseguendo esercitazioni importanti, costruendo componenti di uno scudo antimissile americano in Polonia e Romania e inviando bombardieri, aerei spia e droni a cercare punti deboli nelle difese aeree della Russia. Mosca ha ripetutamente sottolineato che non ha intenzione di attaccare alcun paese, tanto meno un paese della NATO, e ha avvertito l'alleanza sulle tensioni causate dal suo assembramento militare vicino ai confini della Russia.

Correlati:

Obbedisco! La Bulgaria rassicura la NATO e aumenta la spesa militare
USA minacciano ritiro truppe da Germania per richiesta di spesa militare al 2%
Usa: Norvegia deve incrementare spesa militare perché confina con Russia
Tags:
spesa militare
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook