10:21 21 Ottobre 2020
Difesa
URL abbreviato
0 160
Seguici su

Presentato per la prima volta alla fine del 2013, si pensava che il futuro drone "Fotros", costruito dall'Iran Aviation Industries Organization, fosse un prototipo abbandonato.

Le Forze di terra del Corpo della Guardia rivoluzionaria islamica (pasdaran) ha in programma di acquisire un numero sconosciuto di droni Fotros a lungo raggio, ha rivelato il comandante della divisione droni della forza colonnello Akbar Karimloo.

Parlando con l'agenzia di stampa Tasnim, Karimloo ha indicato che i droni sarebbero stati consegnati "nel prossimo futuro".

Presentato per la prima volta nel novembre 2013, il Fotros è un drone multiruolo in grado di condurre operazioni di ricognizione e combattimento, con un'autonomia operativa fino a 2.000 km, fino a 30 ore di volo. Si dice che il drone sia in grado di raggiungere una quota massima di 7.600 metri e che possa essere armato con missili aria-terra guidati e missili anticarro.

L'aspetto esteriore del drone sembra essere in linea con i concetti di design trovati in molti progetti di droni occidentali, incluso un naso a bulbo simile a quello del drone Predator degli Stati Uniti, presumibilmente contenente l'avionica dell'UAV. Lo stesso vale per le ali, con una configurazione ad ala rettilinea, con un piano di coda a doppia deriva e un propulsore posteriore.

Nella mitologia sciita, Fotros ('Petros' o 'Peter') è un riferimento a un angelo caduto bandito in un'isola per quasi 700 anni, le sue ali tagliate come punizione per la sua debolezza, ma che è stato redento dall'Imam Husayn ibn Ali, nipote del profeta Maometto, una delle figure più sante dell'Islam sciita.

L'Iran è uno dei pochi paesi al mondo con la capacità di produrre progetti di droni domestici. Oltre ai Fotros, il paese ha già circa una mezza dozzina di altri UAV militari in produzione. L'industria militare del paese ha avuto successo nello sviluppo e nella produzione di una vasta gamma di equipaggiamenti militari nazionali nonostante il suo budget militare sia parecchie volte più piccolo di quello dei suoi potenziali avversari. L'Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma stima che il paese abbia speso l'equivalente di $ 13 miliardi in difesa nel 2018. Per fare un confronto, gli Stati Uniti, l'Arabia Saudita e Israele hanno speso circa $ 649 miliardi, $ 67,6 miliardi e $ 15,9 miliardi in difesa nello stesso periodo.

Correlati:

"Spariamo solo contro gli aggressori": presidente iraniano su abbattimento drone USA
Iran abbatte drone straniero, media pubblicano presunto video lancio missile
L'Iran presenta "Kiyan" un nuovo drone in grado di volare oltreconfine
Tags:
droni, Armi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook