18:34 04 Luglio 2020
Difesa
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Il governo dell’Afghanistan oggi ha ordinato la ripresa delle operazioni militari contro il movimento radicale Talebani. Lo ha riferito il canale televisivo afgano 1TV, citando il ministero della Difesa.

Come osserva l’emittente, il governo afghano aveva sospeso le offensive contro i talebani dall'inizio del processo di de-escalation del conflitto, che ha permesso di raggiungere l’accordo di pace tra gli Stati Uniti e i talebani lo scorso 29 febbraio.

Il ministro della Difesa ad interim Asadullah Khalid ha ordinato alle forze armate di passare alla "difesa attiva".

Il funzionario ha anche affermato che da questo momento in poi le truppe afghane possono condurre le operazioni contro i militanti che eseguono attacchi le unità dell'esercito afghano.

Khalid ha sottolineato che la decisione di riprendere le operazioni militari è stata dettata dal livello ancora elevato di violenza da parte del gruppo radicale.

Lo scorso 8 marzo il titolare del dicastero militare ha affermato che l’esercito afghano sarebbe pronto a lanciare un’offensiva se i talebani non fermeranno gli attacchi.

Accordo USA-Talebani

Nel settembre 2019 il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annullato i colloqui di pace con i talebani dopo che questi ultimi avevano rivendicato la responsabilità di un altro attacco terroristico in Afghanistan. Dopo questi avvenimenti i rapporti tra Usa e Talebani sono tornati ad inasprirsi. Tuttavia, negli ultimi mesi le parti sono riusciti a riavviare le trattative ed accordarsi sulla tregua.

L’accordo di pace tra le parti prevede il ritiro delle truppe straniere dall'Afghanistan in 14 mesi e l'avvio di un dialogo infra-afghano a marzo dopo l'intesa sullo scambio di prigionieri.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook