19:43 30 Marzo 2020
Difesa
URL abbreviato
1131
Seguici su

La creazione di un sistema di difesa aerea che protegga gli Stati Uniti dai missili balistici russi e cinesi è tecnicamente impossibile, ha dichiarato l'ammiraglio Charles Richards, comandante delle forze strategiche americane durante un'audizione alla commissione dell'esercito della Camera dei Rappresentanti.

Durante la discussione, il deputato democratico Seth Moullton ha chiesto all'ammiraglio Richards se i sistemi di difesa antimissile americani potessero respingere un attacco di missili balistici intercontinentali provenienti dalla Russia e dalla Cina.

L'ammiraglio ha risposto dicendo che la difesa anti-missile statunitense era progettata per "non interferire con i mezzi di deterrenza strategica" del nemico ed era in grado di difendere il territorio nazionale.

Successivamente il rappresentante del Congresso ha chiesto se la capacità del Paese di respingere un eventuale attacco fosse correlata al numero di missili intercettori.

"Non è solo costoso ed irrealizzabile dal punto di vista tecnico, ma solleva anche problemi di stabilità strategica", ha risposto Richards.

Il comandante ha spiegato che la difesa missilistica statunitense si basa sul fatto che un attacco di rappresaglia infliggerà al nemico danni talmente pesanti da renderne insignificante l'offensiva.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Geopolitica, esercito USA, Cina, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook