21:14 06 Aprile 2020
Difesa
URL abbreviato
1113
Seguici su

Inizia oggi a Catania l'esercitazione annuale congiunta della Nato Dynamic Manta, a cui prenderanno parte 9 stati. L'Italia darà sostegno con la base di Sigonella e il porto di Augusta.

L'esercitazione militare delle flotte navali della Nato, iniziata oggi al porto di Catania, durerà sino al 6 marzo e impiegherà uomini e mezzi provenienti da 9 paesi dell'Alleanza Atlantica: Italia, Francia, Grecia, Spagna, Germania, Turchia, Regno Unito, Canada e USA. 

Lo scopo delle manovre militari nel Mar Ionio è quello di garantire la costante interoperabilità tra forze aeree, di superficie e subacque, che si addestreranno nella "guerra anti-sommergibile" (ASW). 

Le esercitazioni della Nato Dynamic Manta 2017
© REUTERS / Antonio Parrinello
L'Italia partecipa alla Dymanic Manta, una delle maggiori esercitazioni della Nato nel Mediterraneo, con i sommergibili Salvatore Todaro e Romeo Romei e con gli elicotteri del 3° Gruppo Elicotteri di base alla Stazione Elicotteri "Maristaeli" di Catania.

Complessivamente prendono parte 

  • 5 sommergibili provenienti da Italia, Francia, Grecia e Turchia sotto il controllo Submarine Command della Nato (COMSUBNATO);
  • 7 navi da superficie da Italia, Francia, Grecia, Germania, Turchia, Canada, Regno Unito e USA;
  • 5 aerei militari del Maritime Patrol Aircraft (MPA)
  • 8 elicotteri da Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Canada, Turchia, USA.

I mezzi aerei operano sotto il controllo del NATO Maritime Air Command (COMARAIRNATO) e ricevono il supporto logistico della base dell’Aeronautica Militare di Sigonella e della stazione elicotteri della Marina Militare di Catania, .

Le manovre in acqua sono condotte dal contrammiraglio Paolo Fantoni, Comandante del Secondo Gruppo Navale Permanente della NATO (Standing NATO Maritime Group 2 -SNMG 2), imbarcato sulla fregata Carabiniere.

Il supporto logistico agli assetti navali è assicurato dalla base navale di Augusta (Sr).

Tags:
Base militare Sigonella, Catania, NATO, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook