12:07 07 Giugno 2020
Vignette

Più lo mandi giù, e più ti tira su

Vignette
URL abbreviato
0 41
Seguici su

Esperti internazionali del mercato dell'energia affermano che il gioco di potere di Riad non è andato in porto e che è tempo di un accordo congiunto USA-Arabia Saudita-Russia per il mercato in crisi.

La crisi di petrolio

Giovedì, a seguito di una telefonata tra il presidente Donald Trump e il principe ereditario saudita Mohammed Bin Salman, Riad ha invitato il gruppo OPEC+ a tenere una riunione. Secondo quanto riferito, la conferenza, inizialmente prevista per il 6 aprile, è stata rinviata all'9 aprile. Nel frattempo, esperti internazionali affermano che è tempo che l'Arabia Saudita si unisca ai produttori di petrolio al tavolo dei negoziati.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre caricature

  • Alcuni paesi non lasciano chiedere aiuto alla Russia
    Ultimo aggiornamento: 17:21 28.05.2020
    17:21 28.05.2020

    Il gioco del 'BULLING'

    L'Occidente vieta ai Paesi di rivolgersi alla Russia per chiedere aiuto nella lotta contro il coronavirus, ha dichiarato il ministro degli Esteri Sergei Lavrov in un'intervista al giornale cinese Global Times.

  • Governo punta ad election day il prossimo 20 settembre
    Ultimo aggiornamento: 16:05 27.05.2020
    16:05 27.05.2020

    'Rinviato' a settembre

    I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere i governatori di 7 regioni, così come i sindaci; inoltre si voterà sul referendum per il taglio del numero dei parlamentari.

  • Venezuela, la petroliera iraniana Fortuna fa ingresso nel porto venezuela di El Palito
    Ultimo aggiornamento: 16:23 25.05.2020
    16:23 25.05.2020

    Salto sul 'Trumpolino'

    La nave cisterna "Fortune", battente bandiera iraniana, dopo aver attraversato l'oceano sfidando il blocco imposto dagli Usa è giunta a destinazione in Venezuela.

  • Britannici in spiaggia contro il coronavirus
    Ultimo aggiornamento: 20:11 21.05.2020
    20:11 21.05.2020

    Mens sana in anticorpore sano

    Di

    In Regno Unito si teme seconda ondata di COVID-19 dopo reazione degli inglesi all'ondata di caldo.