12:49 27 Ottobre 2020
Vignette

‘Pompa’ all’americana

Vignette
URL abbreviato
2100
Seguici su

Il presidente della Siria, Bashar al-Assad ha accusato gli Stati Uniti di vendere il petrolio "rubato" al paese mediorientale alla Turchia.

Il presidente della Siria, Bashar al-Assad ha accusato gli Stati Uniti di vendere il petrolio rubato al paese mediorientale alla Turchia.

"Prima degli americani, tempo fa, questi pozzi erano sfruttati da Jabhat al-Nusra, poi è arrivato l'ISIS che ha spodestato al-Nusra, o meglio, si è unito con esso diventando un tutt'uno, e allo stesso modo ha cominciato a rubare e a vendere il petrolio. Dove? Utilizzavano dei canali turchi. Oggi, però, è l'America che ci ruba il petrolio è che lo vende alla Turchia", ha dichiarato Assad.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre caricature

  • Vignetta sanzioni
    Ultimo aggiornamento: 10:03 27.10.2020
    10:03 27.10.2020

    Niente più colpi in canna

    Il segretario alla sicurezza nazionale di Donald Trump ha dichiarato che gli USA hanno già esaurito tutte le possibilità per imporre le nuove sanzioni contro la Russia, nonché all'Iran.

  • L'Adieu del Qatar ai prodotti francesi
    Ultimo aggiornamento: 15:34 26.10.2020
    15:34 26.10.2020

    "L'Adieu" del Qatar ai prodotti francesi

    Di

    I negozi del Qatar hanno rimosso i prodotti francesi dai loro scaffali dopo gli affermazioni di Macron contro l'Islam.

  • Avanti il prossimo...(disastro)
    Ultimo aggiornamento: 13:58 19.10.2020
    13:58 19.10.2020

    Avanti il prossimo...(disastro)

    Di

    Pandemia di Covid-19, crisi economica, proteste, conflitti armati...Cosa altro ci riserva il 2020?

  • Putin annuncia la registrazione del vaccino del Centro Vector
    Ultimo aggiornamento: 12:30 15.10.2020
    12:30 15.10.2020

    Secondo vaccino russo sul ring

    Di

    Il secondo vaccino russo per il coronavirus, denominato "EpiVacCorona", è stato ufficialmente registrato Centro scientifico nazionale di virologia e biotecnologie Vector di Novosibirsk il 14 ottobre. Lo ha annunciato il presidente russo Vladimir Putin.