04:36 16 Dicembre 2019
Vignette

Alias ‘Bibi PuntoCroce’

Vignette
URL abbreviato
Di
144
Seguici su

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha commentato il raid aereo dell'IDF contro "dozzine di obiettivi militari", presumibilmente appartenenti ai Quds, unità d'élite della guardia rivoluzionaria iraniana, e all'esercito siriano. Una risposta che arriva dopo 24 ore.

Alias ‘Bibi PuntoCroce’

"Deve essere chiaro che chiunque ci farà del male  sarà colpito - ha tweettato Netanyahu - Questo è quello che abbiamo fatto stasera contro obiettivi militari delle forze iraniane Quds e obiettivi militari siriani in Siria dopo il lancio del lancio di missili della scorsa notte in Israele. Continueremo fermamente a difendere la sicurezza di Israele ".

Anche l'IDF ha puntato il dito contro il "regime siriano per gli attacchi, promettendo di continuare a operare fermamente e per tutto il tempo necessario contro il trinceramento iraniano in Siria".

Secondo l'IDF i target colpiti includono missili aria-aria, magazzini e vari impianti militari.

Martedì sera le forze israeliane hanno dichiarato su Twitter di aver sferrato un attacco aereo contro "dozzine" di obiettivi militari iraniani e siriani in Siria. Un'azione di risposta a quattro razzi sparati contro il territorio israeliano da quello siriano, intercettato dalle batterie antimissile di Israele, il sistema di difesa Iron Dome. Né Teheran né Damasco hanno reagito alle dichiarazioni dell'esercito e del premier israeliano, sino ad ora. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature