09:09 23 Gennaio 2020
Vignette

Corpi speciali

Vignette
URL abbreviato
0 36
Seguici su

L’agenzia logistica di difesa del Pentagono sta cercando un’azienda per “uno studio sui mercati del Circolo polare artico con i relativi rapporti” per uno scopo ben preciso.

Corpi speciali

Gli USA vogliono studiare le regioni del Circolo polare artico. Tra le regioni che ritiene interessanti il Pentagono indica molti territori russi, e precisamente l’isola Kolguev, il circondariato autonomo Jamalo-Nenets, l’arcipelago Severnaja Zemlja, la Sakha (Jakuzia) e le isole della Nuova Siberia.

Come scopo dello studio il documento cita il miglioramento delle capacità del settore commerciale in tutto il mondo di “rispondere ai bisogni del governo degli Stati Uniti in caso di mobilizzazione in eventuali situazioni di emergenza”.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • USA lavorano “a un cambio di regime” in Venezuela - Pompeo
    Ultimo aggiornamento: 15:01 21.01.2020
    15:01 21.01.2020

    Guai Do!

    Il Segretario di Stato USA Mike Pompeo ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno lavorando per un “cambio di regime” in Venezuela.

  • Ius Soli, Trump pronto alla battaglia contro il turismo delle nascite
    Ultimo aggiornamento: 14:28 20.01.2020
    14:28 20.01.2020

    Hasta lo visto, baby!

    Di

    Il presidente statunitense Donald Trump si è dichiarato pronto alla battaglia contro il turismo delle nascite

  • UE e Venezuela
    Ultimo aggiornamento: 16:02 16.01.2020
    16:02 16.01.2020

    Non ti impicciare!

    Di

    L'UE si prepara a votare una risoluzione contraria alla nomina di Luis Parra a presidente dell'Assemblea nazionale venezuelana

  • Il procuratore generale USA conferma il diritto di Trump di eliminare Soleimani
    Ultimo aggiornamento: 14:51 14.01.2020
    14:51 14.01.2020

    Diritto internazionale: edizione americana

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva il diritto di liquidare Qasem Soleimani, ha affermato il procuratore generale William Barr.