13:17 09 Luglio 2020
Vignette

NATO to be wild

Vignette
URL abbreviato
1131
Seguici su

A differenza degli Stati Uniti, la NATO non ha obiezioni a riguardo delle forniture dei sistemi missilistici antiaerei russi S-400 alla Turchia, ha dichiarato il capo di Stato Tayyip Erdogan.

Erdogan: NATO non si oppone alle consegne in Turchia dei lanciamissili russi S-400

Il contratto per la fornitura in Turchia delle unità missilistiche di contraerea russe S-400, firmato nel 2017 ha generato attriti diplomatici tra Ankara e Washington, che chiede ai partner turchi di rinunciare agli armamenti russi per comprare i Patriot di produzione statunitense.

Le autorità turche perseguono una linea rigida e non pianificano di rinunciare agli S-400 anche se acquisteranno i Patriot: le questioni, secondo l'amministrazione di Erdogan, "non sono correlate".

Le lamentele americane vertono su quattro divisioni S-400 dal valore di 2,5 miliardi $. La Turchia pagherà in parte con fondi propri, in parte con un prestito della Russia. Secondo il vice premier russo Yury Borisov, il contratto prevede un'opzione dopo l'implementazione delle prime consegne.

Correlati:

Erdogan: NATO non si oppone alle consegne in Turchia dei lanciamissili russi S-400
Assad attacca Erdogan: “piccolo servo dell'America”
Erdogan: il ritiro degli USA dalla Siria è un passo nella giusta direzione
Erdogan rileva “comprensione comune” tra USA e Turchia sulla Siria
Tags:
Sistema antiaereo S-400, Patriot, Recep Erdogan, Russia, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre caricature

  • Senatore USA suggerisce di acquistare un sistema di difesa S-400 di fabbricazione russa da Turchia
    Ultimo aggiornamento: 17:11 30.06.2020
    17:11 30.06.2020

    La sicurezza non si vende

    Un senatore statunitense ha suggerito di acquistare un sistema di difesa S-400 di fabbricazione russa dalla Turchia.

  • La parata della Vittoria
    Ultimo aggiornamento: 08:10 24.06.2020
    08:10 24.06.2020

    Dal 1945 al 2020: viva la Grande Vittoria

    Quest'anno, la parata per il Giorno della Vittoria dell’Unione Sovietica sul nazismo, che si tiene tradizionalmente il 9 maggio, è stata rimandata al 24 giugno per la pandemia del coronavirus.

  • Il 22 giugno 1941 ebbe inizio la Grande Guerra Patriottica
    Ultimo aggiornamento: 10:05 22.06.2020
    10:05 22.06.2020

    Nessuno è dimenticato

    Il 22 giugno 1941, all'alba, le truppe della Germania nazista, senza dichiarare guerra, attaccarono improvvisamente l'intero confine occidentale dell'Unione Sovietica.

    Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale
  • Ultimo aggiornamento: 14:20 18.06.2020
    14:20 18.06.2020

    Vai a casa, John!

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in vista dell'uscita di un libro in cui il suo ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton critica il capo dello Stato, lo ha definito come "un pazzo malvagio che voleva solo fare la guerra".