00:27 06 Luglio 2020
Vignette

La "DE"legalizzazione di Sputnik in Canada

Vignette
URL abbreviato
0 05
Seguici su

Margarita Simonyan, redattore capo di Sputnik e RT, ha suggerito che il motivo del mancato accreditamento dei corrispondenti RIA Novosti e Sputnik ad Ottawa possa essere stato un articolo in cui il Canada veniva nominato il 51° stato USA.

Trudeau non fa passare Sputnik

"In Canada, hanno dichiarato ufficialmente di aver negato l'accesso all'incontro in Venezuela perché il nostro corrispondente non è stato abbastanza gentile con il ministro degli Esteri", ha detto Simonyan.    

Correlati:

Simonyan spiega perché Canada non ha accreditato RIA Novosti e Sputnik
Tags:
giornalismo, divieto, Justin Trudeau, Margarita Simonyan, Canada, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre caricature

  • Senatore USA suggerisce di acquistare un sistema di difesa S-400 di fabbricazione russa da Turchia
    Ultimo aggiornamento: 17:11 30.06.2020
    17:11 30.06.2020

    La sicurezza non si vende

    Un senatore statunitense ha suggerito di acquistare un sistema di difesa S-400 di fabbricazione russa dalla Turchia.

  • La parata della Vittoria
    Ultimo aggiornamento: 08:10 24.06.2020
    08:10 24.06.2020

    Dal 1945 al 2020: viva la Grande Vittoria

    Quest'anno, la parata per il Giorno della Vittoria dell’Unione Sovietica sul nazismo, che si tiene tradizionalmente il 9 maggio, è stata rimandata al 24 giugno per la pandemia del coronavirus.

  • Il 22 giugno 1941 ebbe inizio la Grande Guerra Patriottica
    Ultimo aggiornamento: 10:05 22.06.2020
    10:05 22.06.2020

    Nessuno è dimenticato

    Il 22 giugno 1941, all'alba, le truppe della Germania nazista, senza dichiarare guerra, attaccarono improvvisamente l'intero confine occidentale dell'Unione Sovietica.

    Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale
  • Ultimo aggiornamento: 14:20 18.06.2020
    14:20 18.06.2020

    Vai a casa, John!

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in vista dell'uscita di un libro in cui il suo ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton critica il capo dello Stato, lo ha definito come "un pazzo malvagio che voleva solo fare la guerra".