01:08 18 Febbraio 2019
Vignette

Niente paura!

Vignette
URL abbreviato
0 81

Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha detto che ammette la possibilità di partecipazione al processo elettorale in Siria del presidente Bashar al-Assad, il ministro ha sottolineato che questo bisogna che lo risolva il popolo siriano.

Macron si nasconde dai gliet gialli

"Se Bashar Assad è un candidato, allora sarà un candidato. Proprio i siriani devono decidere il loro futuro" dice la France Press riportando le parole Le Drian, pronunciate nel corso del suo incontro con l'autorità della Giordania.    

Correlati:

Ministro degli Esteri francese ammette partecipazione di Assad alle elezioni siriane
Washington non approva aperture di alcuni Paesi arabi alla Siria di Assad
Assad: Nostra resistenza e quella della Corea del Nord può cambiare l’equilibrio globale
Tags:
gilet gialli, Crisi in Siria, elezioni, Jean-Yves Le Drian, Emmanuel Macron, Siria, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Il governo dell'Italia si dice pronto a partecipare alla costituzione della nuova compagnia aerea di cui avrà in possesso il 60%. Delta e Easy Jet avranno il 20% ciascuna.
    Ultimo aggiornamento: 14:49 15.02.2019
    14:49 15.02.2019

    Volerà?

    Il governo dell'Italia si dice pronto a partecipare alla costituzione della nuova compagnia aerea di cui avrà in possesso il 60%. Delta e Easy Jet avranno ciascuna il 20%.

  • Tutti vogliono l’oro della Banca d’Italia
    Ultimo aggiornamento: 15:15 14.02.2019
    15:15 14.02.2019

    L'oro loro

    Tutti vogliono i lingotti della Banca d'Italia.

  • Nuovo record storico per il debito pubblico statunitense
    Ultimo aggiornamento: 13:02 13.02.2019
    13:02 13.02.2019

    Sono molto triglioni

    Per la prima volta nella storia il debito pubblico americano ha superato i 22 trilioni di dollari.

  • Guaidó sconcertato per la posizione dell'Italia sulla Venezuela
    Ultimo aggiornamento: 14:12 12.02.2019
    14:12 12.02.2019

    Sconcerto per la posizione

    Juan Guaidó è rimasto sconcertato per la posizione dell'Italia sulla Venezuela dopo le trattative telefoniche con Salvini.