00:02 22 Aprile 2019
Vignette

Perché minare il Mar d'Azov?

Vignette
URL abbreviato
1121

L'ex comandante della Marina militare dell'Ucraina Sergei Gaiduk ha dichiarato che è necessario minare il Mar d'Azov.

Minato il Mar d'Azov

Lo ha detto alla Hromadske Radio. Per non far esplodere le navi civili ucraine, Gaiduk ha proposto di farle passare lungo i tratti navigabili militari controllati come parte di un convoglio.

Correlati:

L'FSB si occuperà della lotta al bracconaggio ucraino nel Mar d'Azov
Forze navali russe valutano presenza fissa nelle acque del Mare di Azov
Tags:
Mare d'Azov, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Perché la Corea del Nord dimostra i nuovi armamenti?
    Ultimo aggiornamento: 18:57 18.04.2019
    18:57 18.04.2019

    Tutto a posto, sono tornato!

    "Lo svolgimento di questi test, naturalmente, è per ricordare che la Corea del Nord non va dimenticata, è un promemoria per tutti”.

  • Facebook usava i dati degli utenti per battere la concorrenza
    Ultimo aggiornamento: 17:19 17.04.2019
    17:19 17.04.2019

    ‘SOCIAL’... vuol mica dire ‘sociale’

    Facebook, azienda leader, ha utilizzato i dati degli utenti per combattere la concorrenza e aiutare i suoi partner, riferisce il canale televisivo NBC News, citando documenti a sua disposizione.

  • Sommergibilisti britannici sospesi per uso di sostanze stupefacenti
    Ultimo aggiornamento: 15:44 15.04.2019
    15:44 15.04.2019

    We all live in a white submarine… white submarine

    GB, sette sommergibilisti sospesi per uso di sostanze stupefacenti.

  • USA, Trump: Wikileaks? Non sono affari che mi riguardano
    Ultimo aggiornamento: 14:06 12.04.2019
    14:06 12.04.2019

    Rischio ‘estraniazione’ in USA

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che aveva dichiarato di amare WikiLeaks durante la sua campagna elettorale, oggi ha invece preso le distanze da Julian Assange, arrestato oggi a Londra dopo la revoca della concessione di asilo da parte dell'Ecuador, nella cui ambasciata viveva da rifugiato dal 2012.

    Arresto di Julian Assange