16:30 20 Ottobre 2018
Vignette

In Moldavia non si gioca alla russofobia

Vignette
URL abbreviato
4422

Il presidente della Moldavia Igor Dodon ha annunciato “l’alta probabilità” che l’ufficio della NATO a Chisinau chiuderà entro la fine dell’anno dopo le elezioni parlamentari.

Vai a fare il russofobo da un'altra parte!

Secondo Dodon le attività dell'Alleanza nordatlantica in Moldavia è legata al desiderio "di avvicinarsi il più possibile ai confini della Russia". Ha sottolineato che non permetterà che la Moldavia venga usata per delle contrapposizioni geopolitiche e ha ricordato che la maggior parte degli abitanti del paese si oppongono all'entrata nella NATO.    

Correlati:

Moldavia, presidente Dodon promette: nessuna base NATO nel Paese
Esperto spiega perché la Moldavia acquista armi dalla NATO
Tags:
NATO, Igor Dodon, Russia, USA, Moldavia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Quella del latte la scordo sempre
    Ultimo aggiornamento: 14:09 19.10.2018
    14:09 19.10.2018

    Quella del latte la scordo sempre

    Sanzioni alla Russia, senatore russo ridicolizza la promessa di Volker.

  • Cupola di Ferro
    Ultimo aggiornamento: 15:30 18.10.2018
    15:30 18.10.2018

    Colabrodo di ferro

    Il portavoce dell'esercito israeliano, il generale di brigata Ronen Manelis, commentando gli attacchi missilistici subiti da Israele mercoledì sera da militanti palestinesi, ha ammesso che il sistema di difesa aerea Iron Dome (“Cupola di Ferro”) non garantisce completamente la sicurezza del Paese.

  • L’ARTISTA INCOMPRESO
    Ultimo aggiornamento: 15:11 17.10.2018
    15:11 17.10.2018

    L'artista incompreso

    L'amministrazione Trump sta sviluppando una nuova strategia di azione in Siria, che prevede l'imposizione di sanzioni contro le società russe e iraniane coinvolte nella ricostruzione del paese.

  • Stimati i danni causati a economia mondiale da guerra commerciale americana
    Ultimo aggiornamento: 18:51 16.10.2018
    18:51 16.10.2018

    Un errore innocente

    La guerra commerciale condotta dagli Stati Uniti e capeggiata da Donald Trump ha privato l’economia mondiale di $1,52 trilioni.