15:23 21 Gennaio 2019
Vignette

Cosa di buono fanno gli USA in Siria?

Vignette
URL abbreviato
3014

Il Congresso degli Stati Uniti intende espandere il programma del Pentagono per addestrare ed equipaggiare l’opposizione siriana entro la fine del 2019. Lo riferisce un rapporto sul progetto di bilancio per la difesa per il 2019.

Gli USA estenderanno il programma di formazione e dotazione alla Siria

Il piano include anche informazioni dettagliate sulle misure per garantire la responsabilità per le attrezzature fornite alle forze siriane. Inoltre, il piano contiene istruzioni su come valutare l'efficacia degli sforzi diretti a neutralizzare l'ISIS.

Correlati:

Gli USA estenderanno il programma di "formazione e dotazione" alla Siria
Fonte: gli USA stanno preparando una nuova provocazione con armi chimiche in Siria
Mattis nega il coinvolgimento degli USA in recenti attacchi missilistici contro la Siria
Tags:
Donald Trump, USA, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Russia, neutralizzata organizzazione di beneficenza per islamisti in Siria
    Ultimo aggiornamento: 14:26 21.01.2019
    14:26 21.01.2019

    Beneficenza per terroristi

    I servizi segreti russi (FSB) hanno scoperto e bloccato le attività di un'"organizzazione di beneficenza" che raccoglieva denaro da inviare per i terroristi dell'ISIS in Siria.

  • Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2
    Ultimo aggiornamento: 14:17 16.01.2019
    14:17 16.01.2019

    Il tubo o la vita?

    Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2.

  • Trump firma la legge sulla lotta contro l'antisemitismo in Europa
    Ultimo aggiornamento: 13:24 15.01.2019
    13:24 15.01.2019

    La tutela è selettiva

    Donald Trump ha firmato la legge sulla lotta contro l'antisemitismo in Europa.

  • Macron si nasconde dai gliet gialli
    Ultimo aggiornamento: 18:20 14.01.2019
    18:20 14.01.2019

    Niente paura!

    Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha detto che ammette la possibilità di partecipazione al processo elettorale in Siria del presidente Bashar al-Assad, il ministro ha sottolineato che questo bisogna che lo risolva il popolo siriano.