21:43 18 Ottobre 2018
Vignette

Francia contro la lingua lunga

Vignette
URL abbreviato
104

Francia vuole che Trump si scusi per le sue parole sull'attentato di Parigi 2015.

Francia vuole che Trump si scusi per le sue parole sull'attentato di Parigi 2015

Il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire ha esortato Donald Trump a chiedere scusa per le sue parole riguardo il massacro del 13 novembre 2015 a Parigi.

Venerdì 4 maggio il presidente degli Stati Uniti ha detto che il bilancio dell'attacco sarebbe potuto essere inferiore se in Francia fosse permesso portare armi da fuoco. Secondo Trump, in tal caso le vittime avrebbero potuto difendersi da sole dagli attentatori.

Tags:
Donald Trump, Attentati in Francia, Parigi, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Cupola di Ferro
    Ultimo aggiornamento: 15:30 18.10.2018
    15:30 18.10.2018

    Colabrodo di ferro

    Il portavoce dell'esercito israeliano, il generale di brigata Ronen Manelis, commentando gli attacchi missilistici subiti da Israele mercoledì sera da militanti palestinesi, ha ammesso che il sistema di difesa aerea Iron Dome (“Cupola di Ferro”) non garantisce completamente la sicurezza del Paese.

  • L’ARTISTA INCOMPRESO
    Ultimo aggiornamento: 15:11 17.10.2018
    15:11 17.10.2018

    L'artista incompreso

    L'amministrazione Trump sta sviluppando una nuova strategia di azione in Siria, che prevede l'imposizione di sanzioni contro le società russe e iraniane coinvolte nella ricostruzione del paese.

  • Stimati i danni causati a economia mondiale da guerra commerciale americana
    Ultimo aggiornamento: 18:51 16.10.2018
    18:51 16.10.2018

    Un errore innocente

    La guerra commerciale condotta dagli Stati Uniti e capeggiata da Donald Trump ha privato l’economia mondiale di $1,52 trilioni.

  • Ministro Difesa olandese: l'Olanda è in guerra informatica con la Russia
    Ultimo aggiornamento: 12:59 15.10.2018
    12:59 15.10.2018

    CALL OF DUTY 4: MODERN WARFARE

    Giovedì, i Paesi Bassi hanno dichiarato che i servizi di sicurezza del paese sono riusciti a prevenire l'attacco hacker all'organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC). Amsterdam ha accusato quattro russi dell'attacco informatico.