15:24 21 Gennaio 2019
Vignette

La Siria è vostra. Pulite voi

Vignette
URL abbreviato
1320

Gli USA non vogliono restituire le aree della Siria al presidente Bashar al-Assad, ha detto un alto funzionario americano nel primo giorno di incontri dei ministri degli esteri del G7.

Gli USA non vogliono restituire le aree della Siria al presidente Bashar al-Assad.

Come ha sottolineato l'assistente del segretario di stato USA per gli affari del Medio Oriente David Satterfield, l'aiuto arriva se ci sarà la riforma costituzionale e si svolgeranno le elezioni sotto l'egida delle Nazioni Unite.    

Correlati:

Le conseguenze dal piano USA per lasciare la portaerei "Harry Truman" nel Mediterraneo
Macron: USA e alleati devono restare in Siria anche dopo sconfitta ISIS
Iran: pronti a riprendere programma nucleare se USA si ritirano dall'accordo
Tags:
Vignetta, Barack Obama, Bashar al-Assad, Donald Trump, Siria, Medio Oriente, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Russia, neutralizzata organizzazione di beneficenza per islamisti in Siria
    Ultimo aggiornamento: 14:26 21.01.2019
    14:26 21.01.2019

    Beneficenza per terroristi

    I servizi segreti russi (FSB) hanno scoperto e bloccato le attività di un'"organizzazione di beneficenza" che raccoglieva denaro da inviare per i terroristi dell'ISIS in Siria.

  • Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2
    Ultimo aggiornamento: 14:17 16.01.2019
    14:17 16.01.2019

    Il tubo o la vita?

    Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2.

  • Trump firma la legge sulla lotta contro l'antisemitismo in Europa
    Ultimo aggiornamento: 13:24 15.01.2019
    13:24 15.01.2019

    La tutela è selettiva

    Donald Trump ha firmato la legge sulla lotta contro l'antisemitismo in Europa.

  • Macron si nasconde dai gliet gialli
    Ultimo aggiornamento: 18:20 14.01.2019
    18:20 14.01.2019

    Niente paura!

    Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha detto che ammette la possibilità di partecipazione al processo elettorale in Siria del presidente Bashar al-Assad, il ministro ha sottolineato che questo bisogna che lo risolva il popolo siriano.